Il bomber avvisa il Benevento: «La Ternana deve vincere»

109

Sarà sicuramente il pericolo principale uno per la retroguardia del Benevento. L’osservato numero uno dalla coppia PadellaLucioni. Felipe Avenatti si è raccontato attraverso le colonne del Corriere dello Sport in una bella e lunga intervista rilasciata a Stefano Chioffi. L’attaccante uruguaiano ha segnato sei gol in dodici giornate di campionato, risultando il giocatore straniero più prolifico in serie B. Dopo aver messo a segno quattro gol negli ultimi quattro turni, Avenatti punta adesso la compagine di Baroni per aumentare il proprio bottino di reti.

avenatti-della-ternana«E’ una partita fondamentale, in grado di trasformarsi in una svolta», ha dichiarato il 23enne attaccante che andrà in scadenza di contratto il prossimo giugno, «la continuità di risultati garantisce autostima, aumenta la sicurezza. La Ternana ha i mezzi per salvarsi senza affanni e per togliersi qualche soddisfazione».

Andranno a caccia del secondo successo consecutivo al “Liberati” i ragazzi di Benny Carbone. A caccia del bis dopo l’affermazione interna con il Novara, arrivata grazie alle doppiette di Di Noia e dello stesso Avenatti. Il Benevento è dunque avvisato, l’attaccante che sogna un futuro in serie A non vuole fermarsi e prima di un eventuale addio alla Ternana vuole aiutare la squadra a raggiungere il traguardo della salvezza.

«Non penso ai possibili sviluppi della mia carriera, adesso ho soltanto un desiderio, quello di aiutare la Ternana a salvarsi senza ansie e a creare le basi per un futuro importante», ha aggiunto in mezzo a tanti ricordi di vita Avenatti, «purtroppo, in classifica, ci manca qualche punto. Ne abbiamo persi quattro al 95’ a causa di due rigori contro nelle gare con il Cesena e il Trapani: vittorie che sembravano in pugno».

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.