Benevento, tre motivi per espugnare il Torre

147
CISSE
CISSE

Nel 2016 il Marcello Torre è diventato una sorta di fortino. Con l’inizio del nuovo anno solare, infatti, la Paganese ha conquistato ben undici punti tra le mura amiche in cinque gare. Un ruolino di tutto rispetto, anche se ottenuto contro avversari non proprio irresistibili. Il 2016 si è aperto con il derby disputato contro la Casertana, terminato 2-2. Successivamente, sempre riferendoci al solo ruolino casalingo, gli azzurrostellati hanno conquistato tre successi consecutivi contro Martina, Juve Stabia e Lupa Castelli Romani. L’ultimo incontro ha visto affrontarsi la truppa di Grassadonia e il Monopoli: il risultato finale è stato di 1-1. Storicamente per il Benevento il Torre è stato sempre un tabù. Espugnarlo e, allo stesso tempo, violarlo per la prima volta nel 2016 sarà sicuramente una motivazione in più per capitan Lucioni e compagni, desiderosi tra l’altro di confermare il primo posto in classifica.

CONDIVIDI