Benevento Trapani 5-0, la manita giallorossa arriva con Viola grande protagonista

121

Benevento Trapani 5-0, manita giallorossa e show personale di Nicolas Viola autore di una tripletta e matchwinner di fatto. Ad incorniciare il tutto i gol di Coda (che apre le danze) e di Sau.

MONTIPO’ 7 – Sembra strano un voto così alto per un portiere dopo un 5-0, ma Montipo’ ha il merito e la bravura di spegnere anzitempo le velleità del Trapani e di Pettinari che dal limite dell’area piccola cerca la rete del 2-1, disperandosi poi per il gesto tecnico del portiere giallorosso. Per il resto della gara ha veramente poco da preoccuparsi degli avversari, e quando subisce il gol di Grillo, questo viene annullato dalla terna arbitrale.

MAGGIO 6,5 – Anche lui in formissima in questa serata fredda e a tratti nebbiosa, prima prova ad accendere Viola con un cross dalla destra, e poi gli concede il rigore per un suo atterramento in area del Trapani da parte di Fornasier. In difesa sempre sicuro di sé e dei suoi compagni di squadra.

ANTEI 6,5 – Sinceramente lo si vede impegnato in poche occasioni, nei tentativi di fermare l’ex Evacuo e i suoi attuali compagni di squadra, l’importante è che in fase di costruzione e di palleggio non viene mai meno.

CALDIROLA 6,5 – Stesso discorso fatto per il suo compagno di reparto, in altre partite precedenti aveva anche modo di ergersi tra i protagonisti, quest’oggi non ne ha avuto bisogno né opportunità.

LETIZIA 6,5 – Molto poco “frecciarossa” rispetto al suo solito, lascia a Viola il compito di creare “sfracelli” lì sulla sua fascia di competenza. Mai in difficoltà, per lui, soprattutto nella ripresa, una gara in discesa e senza patemi d’animo.

HETEMAJ 6,5 – Estremamente concreto, supporta al meglio tutti, nella ripresa prende un giallo evitabile, diffidato salterà la trasferta di Livorno. Per evitare ripercussioni, Inzaghi lo sostituisce con Improta [dal 16′ st IMPROTA 6 – Quasi non ha bisogno di dare una mano lì davanti e si limita quindi a contenere i centrocampisti avversari]

SCHIATTARELLA 7 – Pienamente a suo agio con le chiavi del centrocampo lasciategli da Viola, l’ex SPAL cerca spesso la palla dai compagni per smistarla a destra e a manca, lo si vede sempre sui calci piazzati giallorossi che siano angoli o semplici punizioni. Un solo errore da parte sua, e alla fine corona la gara con il lancio per Coda che porta poi al 3-0 di Sau.

VIOLA 9 – Tanto spettacolo da parte del 10 giallorosso che prima segna con sicurezza il rigore del 2-0 spiazzando il portiere del Trapani, per poi salire letteralmente in cattedra nella ripresa dove in più occasioni, e con molta libertà lasciatagli dagli avversari, cerca la seconda rete. La doppietta arriva con una sorprendente punizione di sinistro dai 50 metri dopo aver visto Carnesecchi fuori dai pali, come se non bastasse, in chiusura di gara realizza la tripletta personale con un siluro di sinistro da fuori area con palla all’incrocio. Monumentale.

KRAGL 6,5 – Scende in campo con un vistoso capello biondo, ci prova in un paio di occasioni a lasciare il segno col suo mortifero sinistro, ma Carnesecchi si oppone bene, deludendo il pubblico di casa che si aspetta sempre una sua conclusione a chiusura del match. Nella ripresa si fa vedere per un altro tiro respinto in angolo e per un dribbling al limite dell’area con palla poi servita a Coda. [dal 27′ st TELLO 6 – Nella manita giallorossa non si concede neanche una sortita offensiva, prendendo di fatto il posto di Hetemaj a centrocampo per supportare Schiattarella e Viola]

CODA 7 – A inizio gara spegne le malelingue di parte della tifoseria che gli imputano una scarsa mira a fronte di molte occasioni, e la mette dentro alla prima azione utile su cross di Sau. Nella ripresa prova a cercare anche la doppietta, ma Carnesecchi gliela nega. Un’altra buona gara da parte dell’Hispanico.

SAU 7 – Un Marco Sau veramente ispirato quello di oggi, per lui un gol e un assist (per il gol iniziale di Coda). Successivamente prova anche lui la via della rete ma prima Carnesecchi e poi una mira sbagliata gli precludono la gioia personale. Nella ripresa continua come i suoi compagni a subissare di tiri il giovane Carnesecchi, trovando il gol su una sua respinta. [dal 36′ st INSIGNE SV]

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.