Inzaghi; “Tra Benevento e Lazio credo che i nostri genitori saranno molto fieri di noi”

156

Benevento Spezia 3-1, reti di Gyasi per lo Spezia; Improta, Moncini e Viola per il Benevento. Il mister Pippo Inzaghi non sa più che parole dire per sottolineare la reazione della squadra e il cammino vittorioso di questa stagione. Un pensiero va anche al fratello Simone alla guida di una Lazio che oggi ha vinto un’altra partita con l’obiettivo scudetto.

Non mi sento di dire proprio niente [sulle accuse del DS dello Spezia che ha detto che l’arbitro ha condizionato a favore del Benevento la partita], abbiamo giocato quattro volte con un uomo in meno, al di là di questo episodio sapevamo che sarebbe stata una gara difficile, in parità numerica abbiamo preso anche un palo. La squadra nel secondo tempo ha fatto una grande gara, è stata molto brava e ha meritato la vittoria perché loro giocavano con nove uomini dietro la linea della palla. I miei complimenti vanno ai ragazzi perché stanno facendo qualcosa di incredibile.

Noi probabilmente siamo abituati male, nel non soffrire quasi mai, ma quello che stiamo facendo è fuori dalla norma. Alla mia squadra devo dare la mentalità di non arrendersi mai, secondo me non siamo partiti male, ma di fronte avevamo un avversario forte, ed era strano per me affrontarli sapendo che c’erano 19 punti di differenza tra noi. E’ chiaro che non siamo abituati né ad andare sotto né a soffrire. Oggi siamo tornati un po’ sulla terra, poi abbiamo avuto pazienza e i cambi ci hanno dato tanto, soprattutto riguardo alle reazioni viste in campo, la squadra ha giocato molto bene nella ripresa.

Io dico che Coda va sempre applaudito, so della sua importanza e quello che mi rende più felice è proprio la risposta di chi non gioca sin da subito o di chi non entra proprio in campo. Quando hai Coda, Moncini, Insigne e Kragl, qualcuno deve restare fuori, sanno che a me dispiace lasciarli fuori, ma tutti hanno la mia stima, poi sanno che comunque qualcuno di loro giocherà titolare martedì a Perugia.

Al 95′ ho chiesto il risultato della Lazio di mio fratello Simone, sono molto felice per lui, e penso che sia una grossa soddisfazione per i nostri genitori per come sta andando questa stagione per entrambi. Sappiamo che arriverà poi un momento della stagione in cui rischieremo di essere messi in croce. Per quanto riguarda il Benevento continuiamo ad andare avanti con i record e con la crescita personale, oggi abbiamo raggiunto 19 vittorie in campionato.

Del Pinto non stava bene, aveva subito un indurimento, Gyamfi è sulla via del recupero, Tello ancora no, un po’ di turnover ci sarà a Perugia, ma senza esagerare, credo che in molti che hanno giocato oggi giocheranno anche martedì.
Riguardo il coronavirus penso che bisogna attenersi a quello che segnalano le autorità sopra di noi.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.