Benevento, i complimenti di Mastella: “Un sogno che si avvera”

92

Festeggiata la promozione in serie B, Clemente Mastella si toglie la soddisfazione di aver vissuto anche il grande salto in A da sindaco di Benevento. Il primo cittadino sannita si è voluto complimentare la compagine giallorossa dopo l’impresa compiuta nei play off.

Quello raggiunto è un risultato insperato nella sua straordinarietà: siamo in serie A. Per me e per tutti i miei concittadini è un sogno che finalmente si avvera. In questo momento di grande e inspiegabile emozione non posso che ringraziare il principale artefice del miracolo calcistico che è stato compiuto: il presidente Oreste Vigorito. E con lui il tecnico Marco Baroni, che ha saputo guidare la squadra con saggezza e compostezza anche nella fase più delicata del campionato. Un grazie ai tifosi, che fino alla fine hanno accompagnato la squadra, girando lo Stivale, e che dalla prima all’ultima partita sono stati il dodicesimo uomo in campo. Ma soprattutto grazie a tutti i calciatori della rosa perché, in qualche misura, ognuno, anche chi ha giocato meno, ha contributo al raggiungimento dello storico traguardo. Questa promozione rappresenta un ulteriore e importante momento di crescita per la   città. È il riscatto della nostra terra, una rivincita per Benevento e per la società che, dopo 87 anni, sarà finalmente proiettata nella massima serie calcistica nazionale. Si accendono ora i riflettori sul Sannio che, conseguentemente, potrà dunque beneficiare anche di una maggiore visibilità mediatica: è questa un’importante occasione per far conoscere i nostri tesori nascosti, le nostre eccellenze e il nostro straordinario patrimonio storico, artistico e monumentale, incrementando il turismo e concorrendo alla crescita del Pil”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.