Benevento-Pontedera. Dalla sala stampa.

354

campagnacci

Alessio Campagnacci, attaccante del Benevento.

Era un anno che non facevo gol, e penso che per un attaccante ogni qual volta faccia gol sia importante.
Evacuo è un attaccante da 15-16 gol a campionato, giocare con uno come lui per me è l’ideale.
Il mister stasera mi ha fatto giocare a destra, ma non è che io preferisco giocare a sinistra. L’importante è fare sempre bene sul campo.

paolo giovannini

Paolo Giovannini, direttore generale del Pontedera.

La condizione fisica al momento è del 30%, per poter fare una partita alla pari col Benevento, noi dovremmo essere al 100% e loro al 70%. Manca un mese all’inizio del campionato, e sebbene il Benevento stasera ci è stato superiore, non è detto che possa ripetersi in futuro.

Felice-Evacuo-esulta-dopo-un-gol-con-la-maglia-del-Benevento

Felice Evacuo, attaccante del Benevento.

Sono felice sì, quando si segna e quando si vince lo sono ancora di più. Sicuramente il gruppo dovrà dire la sua in un campionato molto difficile in cui molti vorranno vincere. Ognuno di noi deve giocare un ruolo fondamentale per raggiungere un traguardo importante, la dedica dei due gol va a tutti i miei compagni. Negli ultimi due anni questa squadra non ha raggiunto nemmeno i play-off, quindi bisogna superare questo scoramento.
Sappiamo benissimo che oggi dovevamo fare una partita convincente davanti ai nostri tifosi. La settimana prossima andiamo a Lanciano sperando di poter poi andare a giocare contro la Sampdoria, ma alla fine il nostro obiettivo è il campionato, dobbiamo pensare a quello.
Sicuramente l’infortunio patito a Benevento in coppa Italia contro la Lazio, non è tra i miei attuali pensieri.
Questo è il primo anno che faccio il capitano, forse l’ultima volta fu nella Primavera, è una grossa responsabilità nei confronti dei compagni e dei tifosi, ma è anche un grosso orgoglio.
Secondo me in queste due-tre settimane di ritiro abbiamo fatto molto bene, ma per cementare il gruppo c’è bisogno di qualche difficoltà, quando arriveranno vedremo se riusciremo a farci trovare pronti.

Sappiamo benissimo che durante l’arco della stagione avremo attimi positivi e negativi, noi dovremo dare sempre il 100% o anche di più, visto che non è mai bastato in passato con altri grandi giocatori e grandi allenatori che si sono succeduti qui nel Sannio.
Mi fa piacere aver trovato un’altra atmosfera sugli spalti, quando c’è coesione, unione di intenti, si può arrivare a fare qualcosa di veramente importante.

guido_carboni

Guido Carboni, allenatore del Benevento.

Queste sono gare che bisogna prenderle col giusto equilibrio, qualunque sia il risultato, in questo momento l’importante è che la squadra faccia progressi, affinché diventi una vera e propria squadra. La coppa italia per il momento ci serve per prepararci al campionato. Da mercoledì riprenderemo ad allenarci per preparare la prossima gara di Lanciano, ma ripeto, per ora queste partite di coppa sono solo tappe di avvicinamento al campionato.
Come ho detto prima era importante avere un approccio da squadra, potevano esserci difficoltà perché si possono affrontare squadre più avanti nella preparazione. Passo per passo dobbiamo sempre fare qualcosina in più della volta precedente.
Abbiamo fatto qualcosa di buono, e anche qualcosa di meno buono, ma mi ha fatto piacere che la squadra fa quello che gli chiedo di fare.

Con la dirigenza abbiamo fatto un summit, e ho sempre preferito non ingolfarci con molti acquisti, anche perché mi voglio rendere conto da qui al 31 agosto della rosa che ho a disposizione. Sono molto attento alla disponibilità di tutti gli elementi: se ci si sacrifica e si segue le regole, non dirò mai al presidente di liberarmi di qualche elemento. So di avere una buona squadra in questo momento qua. Perugia, Lecce, Salernitana, Pisa, Catanzaro, sono tutte squadre che rendono ancora più tosto questo prossimo campionato, non capisco perché non abbiano almeno fatto dei play-out, però per fortuna è così per tutte le squadre.
Speriamo di avere difficoltà il più avanti possibile, ma non voglio fare proclami per il momento, in base alla situazione in cui ci troveremo vedremo cosa potremo fare.

 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.