Benevento-Matera, ci siamo: ecco le probabili formazioni

Tra i giallorossi Mazzeo resta in dubbio ma difficilmente Auteri se ne priverà. Padalino non scioglie le riserve sul modulo

257

CicirettiNessuno come i giallorossi nel proprio stadio, solo l’Akragas meglio del Matera in trasferta. Si presenta con questi presupposti il match di stasera (ore 20.30 stadio Vigorito) tra il Benevento e la compagine lucana guidata da Padalino. Qualche dubbio di formazione da entrambe le parti, ma nessun dubbio sulle ambizioni che restano consolidate. Il Matera è forse all’ultima spiaggia per l’assalto ai play off e non può permettersi di accontentarsi di un pari nonostante la trasferta sulla carta più che improba. Il Benevento necessita dei tre punti per proseguire la sua marcia in vetta alla classifica ed ottenere dunque il decimo successo casalingo in campionato. Quando la strega scenderà in campo conoscerà già il risultato di Ischia-Lecce e di Casertana-Cosenza in programma rispettivamente alle ore 14 e alle ore 15. Comunque finiranno queste due partite, sembra chiaro che la lotta psicologica da qui al fischio d’avvio del signor Guccini di Albano Laziale si farà più intensa con il passare dei minuti.

Strega, torna Melara – Alla vigilia tra i tanti discorsi si è trascurato forse quello più importante: il rientro tra i titolari di Fabrizio Melara. Auteri ha fatto a meno di una delle pedine più importanti del suo scacchiere nella trasferta di Monopoli ottenendo comunque una buona prestazione da Troiani. Il giovane scuola Chievo, tuttavia, non dispone delle stesse doti tecniche e atletiche del numero 7 romano. Corsa, dribbling e visione di gioco fanno di Melara un perno di questa squadra. Riprenderà il suo posto nel 3-4-3 di partenza sulla corsia destra. In difesa davanti a Gori agiranno Mattera, Lucioni e Pezzi. A centrocampo il quadro sarà completato da Lopez a sinistra e da De Falco e Del Pinto al centro. In attacco il dubbio predominante riguarda le condizioni di Mazzeo. Se dovesse stare bene si posizionerà al fianco di Cissè e Ciciretti. Altrimenti al suo posto è già pronto un elettrizzato Alessandro Marotta.

Matera, forfait d’eccellenza – Padalino nutre dubbi importanti sull’assetto tattico. La squalifica di Iannini complica inevitabilmente i piani del tecnico foggiano che nella conferenza stampa alla vigilia del match non si è sbilanciato sull’utilizzo del 4-5-1 che ha fatto le fortune del Matera negli ultimi mesi lasciando aperta una porta al 4-4-2 che ha visto i suoi agire contro il Messina lo scorso weekend. L’intenzione è di non dare fin da subito punti di riferimento alla capolista, ma la sensazione è che si propenda più per la seconda ipotesi con coppia d’attacco formata da Albadoro e Infantino. In questo caso davanti al portiere Bifulco si muoverebbe la linea a quattro composta dai centrali Ingrosso e Piccinni e dai terzini Tomi a sinistra e Di Lorenzo a destra. A centrocampo in mediana giostrerebbero De Rose e Armellino con Casoli sull’out mancino e Carretta sulla destra.

Le probabili formazioni:
Benevento (3-4-3): Gori; Mattera, Lucioni, Pezzi; Melara, De Falco, Del Pinto, Lopez; Ciciretti, Cissè, Mazzeo (Marotta). A disp: Piscitelli, Mazzarani, Mucciante, Padella, Troiani, Angiulli, Vitiello, Marotta, Campagnacci, Petrone, Raimondi. All. Gaetano Auteri.

Matera (4-4-2):
Bifulco; Di Lorenzo, Ingrosso, Piccinni, Tomi; Casoli, De Rose, Armellino, Carretta; Infantino, Albadoro. A disp. : Biscarini, De Franco, Zaffagnini, Meola, Zanchi, D’Angelo, Rolando, Pagliarini, Gammone, Dammacco. All.: Pasquale Padalino.

Arbitro: Francesco Guccini di Albano Laziale

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...