Benevento, i sorpassi sul Foggia sono due

I giallorossi ora vantano anche la miglior difesa: superata proprio quella rossonera

436

BN-MELFI (164) (2)Un primato tira l’altro. Come i gol, come le ciliegie, come i cioccolatini. E così nel Benevento che si riscopre primo in classifica si fa strada una ulteriore certezza consolidata dai numeri: la squadra di Auteri da qualche ora a questa parte vanta anche la miglior difesa dell’intero girone meridionale con sole 13 reti al passivo. Il sorpasso sul Foggia, insomma, non è stato operato unicamente sul piano dei punti ma anche sui gol incassati. I satanelli hanno raccolto due volte la palla in fondo al sacco contro il Matera, i giallorossi per l’ennesima volta zero, con Gori quasi mai chiamato in causa nell’arco di novanta minuti. E le statistiche della Strega in tal senso iniziano a spaventare le avversarie: un solo gol subito dall’inizio del 2016. Uno in sei partite. Uno nelle ultime cinque, come il Lecce che però è stato capace di segnarne soltanto 6 contro i 12 della Strega. Le altre squadre delle zone alte dall’inizio del girone di ritorno hanno fatto acqua da tutte le parti. Il Foggia ha incassato 5 gol, la Casertana 6, il Cosenza 4. Ma ciò che fa spavento è la differenza reti di +11 che accompagna i giallorossi dal giro di boa. Un dato su cui influisce sicuramente lo 0-5 di Messina ma che la dice lunga sul momento strepitoso di Lucioni e compagni. Adesso vietato mollare, nel mirino c’è già il Monopoli.