Benevento – Foggia 1-0. Decide capitan Lucioni.

232

BENEVENTO2

Rete: 1’ Lucioni.

Benevento (3-4-3): Piscitelli; Mattera, Lucioni, Pezzi; Melara (80′ Bonifazi), De Falco (86′ Vitiello), Del Pinto, Mazzarani; Mazzeo, Cissè, Cruciani (68′ Troiani).
A disp.: Calvaruso, Som, Bianco, Porcaro, Ciciretti, Campagnacci, Marano, Padella.
All.: Auteri.

Foggia (4-3-3): Narciso; Angelo, Coletti, Gigliotti, Agostinone; Riverola (45’ Loiacono), Agnelli (84′ Bollino), Gerbo; Sainz Maza (45′ Viola), Iemmello, Sarno.
A disp.: Micale, Bencivenga, De Giosa, D’Allocco, Di Chiara, Floriano, Sicurella.
All.: De Zerbi.

Arbitro: Sig. Antonio Di Martino della sezione AIA di Teramo.
Assistenti: Sigg. Claudio Pellegrini della sezione AIA di Roma 2 e Daniele Stazi della sezione AIA di Ciampino.
Ammoniti: 3′ Mattera (B), 37′ De Falco (B), 43′ Agnelli (F), 54′ Angelo (F), 56′ Cissè (B), 67′ Gigliotti (F), 91′ Mazzarani (B).
Angoli: 1-8 (Pt 0-6).
Recupero: Pt 0’, St 4′.
Spettatori: 3196 divisi in 1.531 paganti (di cui 198 ospiti) e 1.665 abbonati.

Il Benevento, dopo il rinvio della 1a giornata (che sarà recuperata questo mercoledì 23 settembre alle ore 18 in casa contro il Messina), debutta finalmente tra le mura amiche con due settimane di ritardo, e lo fa nel migliore dei modi: segnando al primo giro di orologio e incassando i primi 3 punti della stagione.
La settimana scorsa i giallorossi si fecero recuperare nei minuti finali del primo tempo a Rieti contro la neopromossa Lupa Castelli Romani (finale 1-1), questa volta non solo sono riusciti a difendersi dall’attacco dei satanelli, ma per scarsa precisione o a causa dell’arbitro, la partita non è finita con un punteggio ben più largo.

La rete del vantaggio arriva su una punizione di seconda con Mazzeo che mette in mezzo in area per Lucioni, il difensore centrale svetta di testa ed effettua un pallonetto a Narciso con la sfera che conclude la sua traiettoria sul secondo palo. 1-0!
Il raddoppio potrebbe arrivare già al 10′, con Cruciani servito da Mazzeo, l’esterno giallorosso coglie la traversa con un tiro di destro, e sulla ribattuta né Cissé che Mazzeo riescono a ribadire in rete: il primo si fa respingere il pallone dalla difesa e il secondo calcio alto.
Una prima occasione per il Foggia arriva cinque minuti più tardi: conclusione di Angelo di piatto destro, poco fuori l’area, defilato sulla destra, la sfera finisce alta sulla traversa.
Nella prima frazione di gioco risulta ottimo il lavoro in attacco di Cissé che però risulta impreciso quando si tratta di andare a concludere, ma non è il solo, visto che anche Mazzarani prima e Cruciani poi, spediscono alto o di lato le conclusioni che effettuano sugli assist dei compagni.

Nella ripresa, la prima ghiotta occasione per il Benevento, arriva al 49′ con Cruciani servito in area da Mazzeo, l’esterno si aggiusta il pallone e ha tutto il tempo di prendere la mira, ma manda incredibilmente alle stelle.
Al 56′ arriva il raddoppio del Benevento con Cissé, ma viene prontamente annullato dall’arbitro per un presunto fallo di mano del centravanti giallorosso, che viene anche ammonito nell’occasione.
Al 72′ i padroni di casa nuovamente vicinissimi al raddoppio: Melara con un dribbling mette fuori causa Narciso in uscita bassa, calcia in porta di destro ma il 2-0 viene rinviato al mittente grazie ad un salvataggio di testa sulla linea di porta, da un difensore foggiano.

Il pareggio degli ospiti potrebbe arrivare due minuti più tardi, su conclusione di Iemmello, ma Piscitelli respinge bene con i piedi, sulla ribattuta accorre dalla destra Angelo che sempre di destro calcia in porta, ma la conclusione finisce a fondo campo.
Il Foggia a questo punto sale in cattedra, e all’83’ guadagna una punizione da ottima posizione per il sinistro di Gigliotti: il difensore scavalca la barriera con la sua conclusione mancina, ma la traiettoria si spegne sulla parte alta della rete, non riuscendo ad abbassarsi per tempo per gridare al gol.
All’87’ è Mattera a salvare il Benevento dal secondo 1-1 consecutivo, immolandosi col corpo sulla conclusione effettuata dall’ex Viola subentrato nella ripresa.
Al 93′ l’ultima occasione per il Foggia con punizione di Coletti battuta sulla destra e diretta in area, ma Piscitelli spegne le velleità dei pugliesi respingendo coi pugni in tuffo.

Alla fine del match, abbiamo avuto veramente un’ottima impressione di questo Benevento versione Auteri, con numerose occasioni offensive, pressing alto sui portatori avversari, e molta molta corsa da parte dei propri interpreti. L’unica pecca risulta la scarsa precisione di fronte alla mole di occasioni avute, ma come ha detto il mister giallorosso poi in sala stampa: “Abbiamo ancora dei margini di miglioramento”.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.