PAGELLE Benevento Cremonese 1-1. Baez risponde ad Improta. Paleari salva il risultato nella ripresa.

476

Benevento Cremonese 1-1. Il big match che ha aperto la 27a giornata di serie B finisce con un nulla di fatto: prima il vantaggio giallorosso con Improta, e pochi minuti dopo il pareggio degli ospiti con Baez. Le maggiori occasioni, soprattutto nella ripresa, sono state a favore degli ospiti tant’è che la palma di migliore in campo se la prende Paleari con almeno tre interventi decisivi ai fini del risultato.
Il pareggio interrompe a tre la striscia di vittorie consecutive, ma continuano i risultati utili che salgono a quattro. La speranza è di tornare ben presto alla vittoria in casa di un Cosenza impegnato per non retrocedere, e poi di un Crotone penultimo in classifica.

Paleari

PALEARI 7,5 – Leggera colpa sul gol di Baez dato che segna sul palo da lui difeso. Si riscatta ampiamente nella ripresa: prima quando dopo un errore di Foulon respinge il tiro di Zanimacchia a tu per tu in area, e poi quando para di istinto un tap in di Gaetano in area dopo una bella azione della Cremonese. Infine diventa Sant’Alberto effettuando un vero e proprio miracolo su Gaetano che si ritrova a tu per tu con lui in area, deviando in angolo, sul quale poi para un colpo di testa di Okoli sulla linea.

LETIZIA 6 – Ultimamente il capitano risulta un po’ in ombra se paragonato alle prestazioni dei compagni di reparto. L’1-1 difatti arriva dalla sua fascia di competenza. Subisce un colpo in faccia sul quale sembra dover uscire, ma poi si riprende e resta in campo.

Glik

GLIK 7 – Nella sua sala dei trofei di caccia ne appende altri due: quelli di Di Carmine e Gondo. Il polacco in questo inizio 2022 sta dimostrando di essere un top di reparto della serie cadetta. Impossibile stasera trovargli un errore di posizione o di marcatura.

VOGLIACCO 6,5 – Il virgulto cresce bene all’ombra della quercia polacca. A Perugia si prese gli onori della cronaca come il migliore della retroguardia, oggi cede lo scettro ai colleghi di reparto più anziani, Glik e Paleari.

BARBA 6 – Dopo la prova nel finale di Perugia, Caserta lo ripropone come terzino sinistro, posizione a cui era già abituato, ma la sua partita dura solo 25 minuti perché poi è costretto ad uscire anzitempo per un infortunio. Per quanto resta in campo, la sua prestazione è sufficiente, visto che fa tutto bene, andando anche a rinfoltire la zona centrale nel tentativo di assedio degli ospiti per qualche minuto. [dal 26′ pt FOULON 5,5 – Bello un suo cross per Forte nel finale di primo tempo, ma si impappina ad inizio ripresa quando sbaglia prima ad appoggiare dietro per Paleari, poi cade lasciando Zanimacchia a tu per tu con Paleari che fa un miracolo. Prende un giallo per fallo in attacco su Baez]

IONITA 6,5 – Gagliarda la gara del centrocampista moldavo, veramente instancabile e presente in ogni zona del campo: quella di competenza, in attacco e nel finale anche in difesa. Speriamo che torni al più presto il “fantasma” tanto ammirato in passato, perché vorrebbe dire che il Benevento tornerà a vincere e giocare bene.

CALO’ 5 – Soffre un po’ il gioco di Castagnetti e Fagioli, per questo si stacca spesso arretrando per poter giocare un po’ il pallone. Va vicino al gol olimpico su un calcio d’angolo battuto nella ripresa, ma negli occhi resta di più l’appoggio sbagliato ad un compagno che di fatti porta al contropiede pericoloso della Cremonese, poi sventato dalla difesa. Esce tra i fischi. [dal 31′ st PETRICCIONE 6 – Tutt’altro passo e piglio rispetto a Calò, si vede nettamente la maggior esperienza sia nei movimenti senza palla, che quando ha la palla tra i piedi.]

ACAMPORA 6 – Dopo diverse gare da play in mezzo al campo, lascia le chiavi del centrocampo al rientrante Calò. Sbaglia un paio di appoggi in fase offensiva ma per il resto la sua resta una prestazione decente. Esce anzitempo per via dei tanti impegni precedenti ravvicinati, aveva bisogno di un po’ di riposo per tirare il fiato. [dall’11’ st LAPADULA 6 – Non ha ancora avuto modo di tornare al gol, ma partita dopo partita sta riprendendo il ritmo e minuti nelle gambe. Più mobile ma meno decisivo ed egoista, ad un certo punto potrebbe anche tirare in porta, ma sarà per la posizione defilata e per la palla sul piede non naturale, preferisce crossare.]

INSIGNE 6 – Suo l’assist per il gol dell’1-0 di Improta. La prima occasione degna di nota per lui arriva invece nella ripresa, ma il suo sinistro in area, dopo un’azione imbastita da Forte e Lapadula, è debole, permettendo la parata senza problemi di Carnesecchi. [dal 31′ st TELLO 5,5 – Subentra nel finale ma non dà e non toglie nulla. Pecca come al solito negli appoggi per i compagni.]

FORTE 6 – Prima occasione importante per lui nel finale della prima frazione, in spaccata su cross di Foulon dalla sinistra, respinge poi Carnesecchi. Resta a secco anche oggi, ma diversamente da altre prestazioni in cui è rimasto ingabbiato dalla difesa avversaria, quest’oggi si è riciclato come regista offensivo, arretrando leggermente il suo raggio d’azione e proponendosi in appoggio a Lapadula.

Improta

IMPROTA 6,5 – Secondo gol in tre partite per l’esterno giallorosso, abile a sfruttare l’assist di Insigne. Va vicino alla doppietta personale nel secondo tempo, prima fa un tunnel a Sernicola e poi calcia in porta sul primo palo, ma Carnesecchi a differenza di Paleari nel primo tempo si fa trovare pronto e respinge in angolo.

Il tabellino:
Benevento – Cremonese 1-1
Reti: 33′ pt Improta (B), 36′ pt Baez (C)

Benevento (4-3-3): Paleari; Letizia, Glik, Vogliacco, Barba (26′ pt Foulon); Ionita, Calò (31′ st Petriccione), Acampora (11′ st Lapadula); Insigne (31′ st Tello), Forte, Improta.
A disp.: Muraca, Manfredini; Gyamfi, Farias, Sau, Talia, Pastina, Brignola.
All.: Caserta.

Cremonese (4-2-3-1): Carnesecchi; Sernicola, Bianchetti, Okoli, Valeri (40′ st Casasola); Castagnetti, Fagioli; Zanimacchia (40′ st Ciofani), Rafia (1′ st Gondo), Baez (33′ st Buonaiuto); Di Carmine (22′ st Gaetano).
A disp.: Ciezkowski, Sarr; Fiordaliso, Meroni, Bartolomei, Politic, Crescenzi.
All.: Pecchia.

Arbitro: Sig. Daniele Minelli della sezione AIA di Varese.
Assistenti: Sigg. Alessandro Costanzo della sezione AIA di Orvieto e Marco Trinchieri della sezione AIA di Milano.
Quarto uomo: Sig. Davide Di Marco della sezione AIA di Ciampino.
VAR: Sig. Luigi Nasca della sezione AIA di Bari.
Assistente VAR: Sig. Vito Mastrodonato della sezione AIA di Molfetta.
Ammoniti: 44′ pt Bianchetti (C); 17′ st Foulon (B), 40′ st Sernicola (C)
Angoli: 6-3 (Pt 2-1)
Recupero: Pt 3′; St 5′.
Spettatori: 3.099,di cui 3.058 locali e 41 ospiti.

Le azioni più importanti:

33′ pt Il Benevento riconquista palla sulla trequarti, palla a Forte che pressato da due uomini al limite dell’area serve centrale ad Insigne, questi immediatamente vede e premia l’inserimento a sinistra di Improta che entra in area, si coordina e con un diagonale sinistro batte Carnesecchi che tocca la sfera ma non riesce ad impedire la rete giallorossa. 1-0.

36′ pt Arriva immediato il pareggio ospite: Castagnetti vede Baez entrare in area dalla sinistra e lo serve, l’attaccante calcia in porta sul primo palo, con Paleari che la tocca e la devia in rete. Un po’ di colpa per l’estremo difensore giallorosso che ha subito gol sul suo palo. 1-1.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.