Per il Benevento arriva la prima sconfitta in casa. Chievo 3 punti playoff

56

Benevento – Chievo finisce 0-1, rete di Garritano a inizio gara. I giallorossi pur impegnandosi non riescono a trovare la rete del pareggio, e rischiano anche in un paio di occasioni il colpo del KO.

MONTIPO’ 6 – Neanche questa volta riesce a trovare l’ultimo clean sheet stagionale, venendo punito quasi immediatamente ad inizio gara, e senza alcuna colpa. Dà dimostrazione di essere il solito Montipo’ su un tiro a colpo sicuro di Ceter nella ripresa, un tiro che sarebbe potuto essere anche quello del possibile KO.

maggioMAGGIO 6 – Il capitano è sempre uno dei primi a dare la carica e uno degli ultimi ad arrendersi, soprattutto dopo non essere riuscito ad impedire a Garritano di andare a rete ad inizio gara. Spinge per tutta la gara, rendendosi pericoloso nella ripresa con un tiro di sinistro sull’esterno della rete.

BARBA 6 – Fortunato sul tiro di Ceter a inizio gara, la sua deviazione finisce sul palo e non entra in porta, evitando quindi l’autogol. Il fatto di essere un sinistro naturale e di giocare sul centro destra difensivo, lo limita e lo rallenta un po’, per il resto gara sufficiente.

CALDIROLA 5 – Non era il solito Caldirola, non è stato il solito “The Wall”, forse con la testa era già in vacanza, e non possiamo biasimarlo per questo, e lo si vede quando non interviene sul lancio lungo di Semper diretto a Djordjevic, dando modo a quest’ultimo di calciare in porta. Risulta essere anche l’unico ammonito della gara.

PASTINA 6 – Il suo ruolo è quello di difensore centrale, ma pur di giocare in prima squadra, si adatta, bene, a sinistra. Viene spesso teleguidato da Inzaghi dalla panchina, ma assolve egregiamente le direttive impartitegli. [dal 1′ st RILLO 6,5 – Più offensivo di Pastina, ha un bel piede soprattutto sui cross]

KRAGL 6 – Si accentra spesso per creare pericoli sulla trequarti del Chievo, cerca lo spazio per caricare il suo mortifero sinistro, ma ci riesce concretamente solo su punizione sulla quale Semper si supera. Si impegna molto per dare una mano alla squadra per creare maggiore densità.

BASIT 5 – Torna titolare dopo i 90′ in panchina a Frosinone, per lui è la quarta presenza nelle ultime cinque gare, e questa di stasera contro il Chievo non lo premia di certo, si limita a fare il minimo indispensabile, non sembra aiutare molto Hetemaj, lo si vede giusto in occasione del tiro ribattuto da Rigione. [dal 12′ st TELLO 6 – Più dinamico di Basit e più preciso rispetto al “vecchio” Tello, con lui il reparto di centrocampo migliora di intensità.]

HETEMAJ 6,5 – In assenza dello squalificato Schiattarella è a lui che mister Inzaghi ha affidato le chiavi del centrocampo contro la sua ex squadra. Cerca spesso la verticalizzazione per capitan Maggio, riuscendoci in qualche occasione. ma ovviamente non è preciso come Schiattarella. Oltre a questo compito, svolge anche il suo, e prende anche diverse “mazzate”.

IMPROTA 5,5 – Si muove come ci ha abituato, andando spesso fin sul fondo per mettere in mezzo e sacrificandosi per la squadra, ma risulta meno incisivo del solito.  [dal 31′ st DI SERIO SV – Giusto un colpo di testa tra le braccia di Semper.]

MONCINI 6 – Sin da subito sembra di ben altra pasta rispetto alla gara di Frosinone, svolge una gara da vero e proprio terminale offensivo, unica pecca non riesce ad impegnare più di tanto il portiere, ma resta comunque un fastidio per i centrali clivensi.

insigneINSIGNE 5,5 – Stasera giostra da seconda punta, cercando di innescare Moncini e gli altri compagni, almeno in teoria questa doveva essere l’idea. Purtroppo non riesce nel suo intento perché la luce della sua fantasia stasera è spenta, risulta però meno peggio rispetto ad altre gare, almeno per il movimento che fa in campo. [dal 25′ st SAU 5,5 – Entra per dare maggiore qualità ed esperienza in avanti, ma non ha modo di farlo come vorrebbe]

Il tabellino:
Benevento – Chievo 0-1
Reti: 10′ pt Garritano (C)

Benevento (4-4-2): Montipo’; Maggio, Caldirola, Barba, Pastina (1′ st Rillo); Kragl, Basit (12′ st Tello), Hetemaj, Improta (31′ st Di Serio); Moncini, Insigne (25′ st Sau).
A disp.: Manfredini, Gori; Del Pinto, Sanogo, Gyamfi, Antei.
All.: Inzaghi.

Chievo (4-3-3): Semper; Dickmann, Rigione, Leverbe, Renzetti; Garritano, Segre (37′ st Grubac), Esposito (1′ st Obi); Vignato (12′ Di Noia), Djordjevic (37′ st Zuelli), Ceter.
A disp.: Nardi; Cotali, Cavar; Ivan, Giaccherini, Karamoko, Morsay; Ongenda.
All.: Aglietti.

Arbitro: Sig. Daniel Amabile della sezione AIA di Vicenza.
Assistenti: Sigg. Riccardo Annaloro della sezione AIA di Collegno e Davide Miele della sezione AIA di Torino.
Quarto uomo: Sig. Giacomo Camplone della sezione AIA di Pescara.
Ammoniti: 42′ pt Caldirola (B)
Angoli: 4-5 (Pt 3-2)
Recupero: Pt 2′, St 5′.

Le azioni del primo tempo:

8′ Ceter riceve in area dalla destra una palla di Segre, calcia in porta e trova la deviazione di Barba, la palla finisce sul palo interno ma non entra, poi l’azione continua e la palla finisce in angolo.

10′ Ancora Ceter che dalla destra con un diagonale rasoterra mette la palla sul secondo palo dove non ci arriva Djordjevic ma ci arriva puntuale Garritano che con un piatto di prima mette alle spalle di Montipo’, 0-1.

17′ Primo tiro in porta del Benevento con Moncini che prova il destro dai 20 metri, Semper blocca la conclusione centrale.

24′ Hetemaj dalla tre quarti vede lo scatto di Maggio che entra in area dalla destra, lancio per il capitano che tenta di toccare palla verso la porta, Semper non ci arriva, Moncini prova a calciare in porta con una semi volée ma viene anticipato da Leverbe che spazza via il pallone dall’area.

32′ Segre anticipa Caldirola e se ne va sulla destra, calcia forte sul secondo palo, dove Djordjevic arriva pure a colpire la sfera ma manda oltre la traversa, occasionissima per gli ospiti per raddoppiare il vantaggio.

33′ Kragl ci prova da lunghissima distanza, palla che sfiora il palo alla sinistra di Semper.

38′ Cross dalla destra di Maggio in area per la testa di Moncini, il centravanti giallorosso la gira in torsione, ma il pallone finisce di poco a lato.

Le azioni del secondo tempo:

3′ Palla dalla sinistra per Moncini, stop e tiro di sinistro che attraversa tutta l’area e fa la barba al palo.

5′ Basit ci prova da fuori area, il suo tiro destro è dritto e potente, ma trova la respinta col corpo da parte di Rigione.

12′ Ci prova ancora Moncini, l’attaccante giallorosso in area calcia in porta dun diagonale destro, Semper blocca a terra.

15′ Kragl si accentra dalla destra e cerca il tempo per caricare il suo sinistro, arrivato al limite dell’area fa partire il tiro rasoterra, Semper si distende sulla sua sinistra e blocca la conclusione.

18′ Sponda involontaria di Renzetti, vi si avventa Moncini che di testa colpisce la palla e la manda però tra le braccia di Semper.

19′ Lancio lungo di Semper per Djordjevic, Caldirola non inteviene aspettando l’uscita di Montipo’ che non arriva, e il capitano clivense calcia in porta, il suo tiro finisce però per attraversare tutta l’area piccola per poi finire fuori.

21′ Palla per Insigne in area, questi la stoppa e mette sul secondo palo per la testa di Moncini, il tiro è debole e facile da bloccare per Semper.

32′ Punizione dalla trequarti battuta da Kragl, il suo sinistro supera la barriera diretto all’angolino basso alla destra di Semper, ma quest’ultimo si allunga e respinge la conclusione.

43′ Gran contropiede sulla sinistra da parte di Renzetti, arrivato al limite dell’area serve Ceter con un bel passaggio rasoterra, questi arriva e calcia sicuro in porta, Montipo’ si impegna e tocca quel tanto che basta per mandare in angolo il pallone.

45’+2′ Cross dalla sinistra di Rillo che trova Maggio appostato all’interno dell’area, stop di destro e tiro di sinistro, Semper si allunga ma non ci arriva, ma la conclusione sfiora palo ed esterno della rete.

45’+4′ Sponda di Moncini di testa per Di Serio, anche questi va di testa ma non ci mette forza e la palla finisce facile tra le braccia di Semper.

 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.