Benevento beffato a Cagliari! Il pareggio sarebbe stato più che giusto

105

beneventoDebutto di De Zerbi sulla panchina del Benevento nella trasferta di Cagliari, e nonostante tutti pensassero che il nuovo tecnico proseguisse sulla strada del 4-3-3 che aveva contraddistinto le ultime partite dei giallorossi, questi si presentano con un 3-5-2 con Brignoli ancora in porta; Di Chiara ad affiancare dietro Antei (rientrato dalla squalifica) e Djimsiti, e sulle fasce a centrocampo Letizia e Lazaar; al centro Cataldi e Chibsah ad affiancare Memushaj regista; in attacco Ciciretti (prima volta da capitano per lui) che affianca Iemmello.

Purtroppo parte subito male il Benevento che in un’azione insistita del Cagliari in attacco: tiro di Sau ribattuto, tiro di Cigarini da fuori area con doppia deviazione della difesa giallorossa con palla che si stampa sulla traversa, e sul prosieguo dell’azione calcia Faragò con Pavoletti che tenta di intervenire mandando a farfalle Brignoli in uscita, con la palla che finisce piano piano in porta per l’1-0.
La terna arbitrale prima di convalidare però effettua un “silent check” con il VAR che nonostante la posizione di Pavoletti solo davanti Brignoli, conferma l’1-0.

Al quarto d’ora, Sau reclama un rigore per atterramento da parte di Di Chiara: mano appoggiata sulla schiena col capitano cagliaritano che cade per terra e giallo per il difensore giallorosso. Sul dischetto si presenta lo stesso Sau che calcia di destro, ma la sfera supera la traversa finendo fuori, evitato il possibile 2-0 sardo.

Il Benevento intanto non riesce mai ad imbastire una trama di gioco, men che meno tentare di dare fastidio a Rafael, visto che agli avanti sanniti, Iemmello e Ciciretti, non riesce mai ad arrivare una palla al limite dell’area, non parliamo all’interno dell’area.
Il Cagliari va spesso vicino alla seconda marcatura con un paio di colpi di testa di Pavoletti che però finiscono a lato. Il primo tempo “per fortuna” del Benevento, finisce solo 1-0 per i padroni di casa, sotto gli occhi sconsolati del presidente Oreste Vigorito presente in panchina con De Zerbi.

Nella ripresa il Benevento si fa vedere avanti leggermente in più rispetto alla prima frazione, la prima parata di Rafael arriva al 10′ con una deviazione in angolo su colpo di testa di Iemmello. Iniziano i cambi, Ciciretti esce per Viola, e a metà ripresa su un cross di Lazaar, Iemmello di testa mette sul secondo palo dove Cataldi tenta il tiro al volo di sinistro, palla che esce incredibilmente a lato, l’ex laziale ha impattato male. Alla mezz’ora entra anche l’altro ex laziale del Benevento Lombardi, a uscire è Memushaj.

Benevento
iemmello

Evidentemente i cambi hanno fatto bene al Benevento, visto che chiude il Cagliari nella propria metà campo; dopo l’uscita di Ciciretti, De Zerbi mette in campo Coda al posto di Letizia per dare maggiore peso offensivo in attacco, dopo aver notato che la difesa del Cagliari era in evidente affanno.
In pieno recupero l’arbitro assegna un calcio di rigore per il Benevento per fallo di Faragò su Iemmello, dopo un controllo al VAR la decisione viene confermata ed è lo stesso Iemmello a presentarsi sul dischetto spiazzando Rafael per lo storico 1-1 che regalerebbe il primo punto in serie A ai sanniti.

Purtroppo la gioia di giocatori e tifosi giallorossi si spegne dopo pochissimi secondi, il Cagliari torna in attacco e con un cross dalla destra Pavoletti ancora di testa anticipa Djimsiti e spedisce la palla sul secondo palo per l’incredibile 2-1. Un risultato che premia oltremodo il Cagliari, dopo un pareggio che sembrava più che giusto. Ancora una sconfitta per il Benevento, e purtroppo sono 10 le sconfitte su 10 giornate di serie A.


Il tabellino:
Cagliari – Benevento 2-1
Reti: 9′ pt Faragò (C), 45’+4′ st Iemmello rig. (B), 45’+5′ st Pavoletti (C).

Cagliari (3-5-2): Rafael; Romagna, Ceppitelli, Pisacane (38′ pt Capuano); Padoin, Faragò, Cigarini (18′ st Ionita), Barella, Miangue; Sau (33′ st Farias), Pavoletti.
A disp.: Crosta, Daga, Van Der Wiel, Andreolli, Dessena, Giannetti, Joao Pedro, Melchiorri.
All.: Lopez.

Benevento (3-5-2): Brignoli; Antei, Djimsiti, Di Chiara; Letizia (35′ st Coda), Chibsah, Memushaj (27′ st Lombardi), Cataldi, Lazaar; Iemmello, Ciciretti (16′ st Viola).
A disp.: Belec, Del Pinto, Coda, Gyamfi, Venuti, Kanouté, Parigini, Puscas, Armenteros, Gravillon.
All.: De Zerbi.

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati della sezione AIA di Pistoia.
Assistenti: Sigg. Alfonso Marrazzo della sezione AIA di Roma 1 e Stefano Bellutti della sezione AIA di Trento.
Quarto uomo: Sig. Valerio Marini della sezione AIA di Roma 1.
VAR: Sig. Fabio Maresca della sezione AIA di Napoli.
Assistente VAR: Sig. Alessandro Giallatini della sezione AIA di Roma 2.
Ammoniti: 16′ pt Di Chiara (B), 28′ pt Faragò (C), 9′ st Cigarini (C), 31′ st Padoin (C), 38′ st Barella (C), 43′ st Pavoletti (C).
Angoli: 
Recupero: Pt 3′; St 4′.
Note: 15′ pt Sau (C) sbaglia un rigore calciandolo alto oltre la traversa.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.