Benevento: ad affiancare Belec ecco Alberto Brignoli dalla Juventus

240

alberto brignoli beneventoIl Benevento ha trovato dopo Vid Belec dal Carpi, un altro portiere per il proprio reparto arretrato: è stato definito l’accordo con la Juventus per l’acquisizione in giallorosso di Alberto Brignoli; prestito con diritto di riscatto che diventerebbe d’obbligo in caso di salvezza della società presieduta da Oreste Vigorito.
Dopo aver trovato l’accordo con la Juventus, è giunto ieri in giornata anche l’accordo col procuratore del giocatore direttamente nel ritiro di Brunico.

Brignoli nato il 19 agosto 1991 a Trescore Balneario in provincia di Bergamo, è però cresciuto nella vicina San Paolo d’Argon dove ha iniziato i primi passi nel mondo del calcio.
Inizialmente appassionatissimo di ciclismo, il suo idolo era Marco Pantani, ma con le prime accuse di doping nel 1999, a soli 8 anni Brignoli decise di lasciare la bici per il pallone e per i guanti. A farlo propendere per il ruolo di portiere, ha sicuramente pesato l’aver avuto in casa il padre Pierangelo Brignoli, per anni portiere di diverse squadre minori dalla serie C1 in giù, come Fanfulla e Teramo. A fine carriera Brignoli senior è poi diventato preparatore dei portieri a San Paolo d’Argon dove appunto ha allenato anche il figlio Alberto.

Nel 2001 passa al Sarnico e dopo 6 anni passa nel 2007 per una stagione alla Grumellese. Dopo l’iniziale gavetta nella provincia bergamasca, nel 2008 si trasferisce a 17 anni al Montichiari in provincia di Brescia, ad un’ora di macchina da casa. A 18 anni è tra i protagonisti della promozione dalla serie D alla Lega Pro Seconda divisione, e resta titolare anche la stagione successiva, portando la squadra a metà classifica.

La scalata professionale di Brignoli continua col prestito al Lumezzane nel 2011-12 che lo fa debuttare in Lega Pro Prima divisione. Le prestazioni con la maglia rossoblu attirano le attenzioni della Ternana che lo acquista in comproprietà e lo fa debuttare in serie B, affidandogli il ruolo di primo portiere per tre stagioni. Idolo dei tifosi delle Fere, Brignoli attira l’interesse della Juventus che lo acquista a titolo definitivo a febbraio 2015.

alberto brignoli benevento sampdoriaSopraggiunta l’estate Brignoli conosce a Vinovo, sede degli allenamenti della Juventus, un altro suo idolo da quando era ragazzino: Gianluigi Buffon. I bianconeri intanto lo mandano in prestito, in serie A, alla Sampdoria dove però svolge per la prima volta in carriera il ruolo di secondo portiere alle spalle di Emanuele Viviano. Il debutto nella massima serie per Brignoli avverrà all’ultima partita di campionato, allo Juventus Stadium dove, nonostante un’ottima prestazione condita da diverse parate, conclude la sua prima partita in serie A con cinque reti sul groppone.

La stagione scorsa Brignoli viene mandato in prestito in Spagna alla neopromossa Leganés debuttando nella Liga spagnola contro l’Espanyol. A questa presenza ne seguirà un altra in Coppa del Re, nell’andata contro il Valencia, ma il poco spazio ricevuto, nonostante sia benvoluto dai tifosi iberici, costringe la Juventus a riportarlo in Italia, in serie B, nelle fila del Perugia dove diventa ben presto il titolare.

alberto brignoli beneventoCon i perugini, una volta rivali nei derby con la Ternana, Brignoli arriva quarto in campionato, approdando quindi direttamente in semifinale assieme al Frosinone terzo. In semifinale i grifoni si trovano di fronte i giallorossi che all’andata vincono 1-0 in casa con gol di Chibsah e al ritorno pareggiano 1-1 allo stadio Renato Curi, dopo essere passati in vantaggio con Puscas.

Tornato alla base, Brignoli resta in attesa di sapere se sarà riconfermato o meno al Perugia, o se la Juventus ha intenzione di trovargli un’altra sistemazione. Alla fine proprio il Benevento diventa la nuova squadra di Alberto Brignoli, dove ritrova l’ex compagno di squadra Di Chiara, e come loro anche Belec e Letizia; tutti e quattro avversari della Strega tra semifinale e finale playoff.
Resta da vedere ora come avrà intenzione di regolarsi mister Baroni: se continuerà con Belec titolare o se Brignoli, una volta raggiunti i suoi nuovi compagni, avrà una nuova occasione da titolare come è stato con il Perugia.

 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.