Benevento 5, serve un successo contro il Real San Giuseppe

13

Impegno casalingo per il Benevento 5 che quest’oggi ospiterà al PalaTedeschi il Real San Giuseppe con i sanniti che proveranno a riassaporare il gusto della vittoria che manca ormai dal lontano 21 gennaio quando i giallorossi espugnarono il campo dell’XMan Gragnano.
Da allora i ragazzi di mister Lieto hanno ottenuto quattro sconfitte ed un pareggio, ruolino di marcia che ha portato la squadra fuori dai play-off in una posizione di classifica purtroppo non in linea con quelli che erano gli obiettivi della società ad inizio stagione.

Al PalaTedeschi arriverà un Real San Giuseppe in grande forma essendo reduce da cinque vittorie consecutive che hanno permesso ai partenopei di consolidare il terzo posto, considerando ormai inarrivabili le due battistrada Lausdomini e Futsal Fuorigrotta.
Sulla carta, per il Benevento 5, si tratta quindi di un impegno senza dubbio ostico ma i confortanti segnali emersi dall’ultima trasferta sul campo dello Spartak San Nicola, match chiuso con un beffardo 5-5 agguantato dai casertani sul suono del gong, inducono all’ottimismo con i ragazzi di mister Lieto che cercheranno di fare bottino pieno per avvicinarsi in maniera considerevole alla salvezza.
Il tecnico di Terra di Lavoro, anche oggi sarà forse costretto a fare i conti con qualche assenza di rilievo, circostanza che induce ad un’amara constatazione, vale dire quella di non aver mai di fatto potuto contare sull’intero organico in un torneo non certo baciato dalla fortuna per i giallorossi.
A dirigere la gara Benevento 5-Real San Giuseppe (fischio d’inizio alle 16) sono stati designati i signori Sgueglia di Caserta e D’Angelo di Napoli.

Ufficio stampa Benevento 5

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.