Benevento 5: seconda sconfitta di fila, a nulla è valso il poker di Iannelli

5
benevento 5
Iannelli

CAVA DEI TIRRENI – Seconda sconfitta di fila per il Benevento 5 che ha compromesso tutto con un avvio di gara disastroso permettendo allo Sporting Cavese di scappare via sul 4-0 dopo appena due giri di lancette.

PRIMO TEMPO – L’approccio alla sfida dei giallorossi è stato a dir poco negativo con i padroni di casa avanti 4-0 in appena 120 secondi di gioco, complice un Benevento 5 troppo molle nelle gambe e nella testa. La successiva doppietta di Iannelli ha fissato il punteggio sul 4-2 ed è stato poi Villani ad aver l’occasione di rimettere in corsa gli ospiti, ma la sua mira è risultata errata e sull’azione successiva lo Sporting Cavese ha realizzato il 5-2. La situazione si è fatta, quindi, ancora più difficile per Iannelli e soci, costretti a subire un tiro libero a due secondi dall’intervallo per il 6-2 dei salernitani.

SECONDO TEMPO – Dopo una notevole strigliata negli spogliatoi, il Benevento 5 è tornato in campo con un approccio del tutto diverso ed il 6-3 di Iannelli ed il successivo 6-4 di Perugini hanno rimescolato le carte riportando in bilico il match. Così come era però successo in precedenza, Villani ha fallito l’occasione del possibile 6-5 sparando sul portiere e sulla ripartenza successiva si è materializzato il 7-4, una rete che ha avuto il potere di disorientare i sanniti che hanno poi subito altre due reti in pochi minuti. Solo a questo punto, spinto da uno scatto d’orgoglio, il Benevento 5 ha avuto la forza di risalire in poco più di 180 secondi fino al 9-8 (in gol Iannelli, Perugini, Villani e Griffini) e nel concitato finale la fortuna non ha dato certo una mano alla squadra giallorossa vicina al pareggio in più occasioni dopo aver scampato il pericolo di un tiro libero fallito dallo Sporting Cavese.

benevento 5
Collarile

SPOGLIATOI – “Così non può assolutamente andare avanti – ha affermato il dg Antonio Collarile – ed in settimana, di comune accordo con i due tecnici, faremo le opportune valutazioni del caso per capire chi farà ancora parte del progetto Benevento 5 essendo il mercato di dicembre ormai alle porte. Rispetto alla grande prova di Nocera Inferiore ci sono stati notevoli passi indietro soprattutto sul piano caratteriale perché non si possono subire quattro gol in due minuti, avvio che di fatto ha pregiudicato il buon esito della gara. Evidentemente non tutti sono all’altezza di reggere la tensione di un torneo difficile come la serie C1 dove ogni partita è una battaglia da un punto di vista sportivo e per questo prenderemo gli opportuni provvedimenti. Rappresentiamo la nostra città e l’intenzione di questa dirigenza è quello di farlo al meglio. Il tempo delle parole è finito, ora servono i fatti. Ci tengo a ribadire che la posizione della guida tecnica è ben salda perché è stato fatto un lavoro enorme, stessa cosa per la rosa che si è sempre allenata al massimo, ma una gara interpretata come questa non la possiamo accettare da parte di alcuni calcettisti. I play-off, tutto sommato, sono ancora alla nostra portata e probabilmente potrà essere più funzionale al progetto la grinta di qualche nostro giovane piuttosto che l’atteggiamento di chi non mette in campo la giusta dose di agonismo dal primo all’ultimo secondo”.

Serie C1 – 12a giornata

  1. SP CAVESE 9

BENEVENTO5         8   (pt. 6-2)

BENEVENTO5: Prozzillo, Impronta, Guerrera, De Simone, Romano, Villani, Perugini, Raffio, Iannelli, Griffini, Chiumiento, De Franco, Serino M. All.: Maio-Sorice

ARBITRI: Califano di Nocera Inferiore e Simone di Napoli

RETI BN5: 12’ e 14’pt, 6’ e 15’st Iannelli, 8’ e 16’st Perugini, 17’st Villani, 18’st Griffini

[Ufficio stampa Benevento 5]