Basket, un beneventano si conferma grande in serie A

141

marco-cardillo-800x445Capitano della Enel Brindisi alla sua seconda stagione in serie A. Il beneventano Marco Cardillo in estate aveva ottenuto con ampio merito la conferma nel roster pugliese e sta dimostrando sul campo che in massima serie può dire ampiamente la sua. La vittoria dell’Enel contro Torino nell’ultimo turno ha sancito una prestazione importante per l’ala beneventana che ha praticamente annullato l’americano Deron Washington, fornendo ai suoi compagni una delle chiavi per il successo sui piemontesi. “E’ un giocatore molto bravo che se non presti attenzione è capace di bruciarti sullo scatto. Non è stata la prima volta che sono rimasto praticamente incollato a un avversario, lo faccio da sempre. Solo che forse questa volta si è notato un po’ di più”, ha dichiarato il cestista sannita alla Gazzetta dello Sport. La stagione scorsa coach Bucchi gli offrì l’opportunità di giocare in A, quest’anno la dirigenza brindisina e il nuovo coach Romeo Sacchetti ha deciso di puntare nuovamente su di lui sia per l’aspetto extra-campo (Cardillo viene considerato uno dei perni dello spogliatoio) sia per la grinta mostrata in campo che ha portato il suo ex allenatore Marco Crespi a paragonarlo al Ringhio Gattuso del calcio: “Dire che sono contento è affermare un’ovvietà- ha proseguito Cardillo -, ora voglio continuare senza pormi mete da raggiungere. Sono il capitano di questa squadra in serie A, non potrei davvero desiderare di più. Il sogno play off? un passo per volta, ci occorre del tempo per migliorare vari meccanismi. Ma chissà…”

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...