Baroni spiega il suo 3-4-3 e fa il punto sugli infortuni: ottime notizie per un difensore

211

Conferenza stampa infrasettimanale per l’allenatore giallorosso Marco Baroni che ha spiegato come la squadra abbia spinto per il ritiro, analizzato il match di Brescia e aggiornato la stampa sulla situazione relativa agli infortunati. Ecco le sue dichiarazioni:

RITIRO – “C’è volontà da parte mia e dei ragazzi, assieme al direttore Di Somma, di fare questo ritiro. Abbiamo perso un’altra partita che facciamo fatica a capire; noi non vogliamo lasciare niente di intentato e la scelta del ritiro è rafforzata da questa voglia”.

APPAGAMENTO – “Credo che non sia questione di organizzazione, perché noi facciamo sempre la partita. Anche a Brescia nel secondo tempo loro hanno rinunciato alla fase offensiva, per esempio. Ci manca quella cattiveria, quella convinzione di fare gol. C’è da spendere poche parole e fare qualcosa in più. Lunedì Cragno ha subito poche conclusioni in porta, noi abbiamo fatto la nostra partita ma senza convinzione di poter incidere offensivamente. Non può esistere appagamento per questo campionato qui. A partire da me, c’è gente ambiziosa e volenterosa, siamo dall’inizio in questa posizione di classifica e dobbiamo e vogliamo arrivarci anche alla fine”.

MODULO – “Fino a questo momento il nostro gioco si è espresso per la maggior parte sugli esterni, quindi IL 3-4-3 è stata una soluzione più offensiva che difensiva. Nel primo tempo a Brescia la squadra ha fatto bene, ci siamo liberati al tiro con Falco e Melara; Venuti è arrivato a colpire di testa nell’area piccola. non ci adattiamo all’avversario; Ciciretti è fondamentale per il 4-2-3-1, quando viene a mancare uno tra lui e Falco è chiaro che andiamo a cercare altre soluzioni tattiche; non è che la squadra fa una partita difensiva perché cambia sistema di gioco”.

TIMORE ED EPISODI. “Ho visto gente che ha dato molto a Brescia, che dà molto in allenamento e in generale nelle partite. Noi dobbiamo toglierci il timore di prendere gol e del fatto che una volta preso il gol non possiamo più recuperare. Non do modo ai ragazzi di cercare alibi, qualcuno potrebbe dire che non siamo fortunati perché non ci capitano episodi, ma siamo noi che dobbiamo condizionare gli episodi. Mi rifiuterò sempre di credere a fortuna o sfortuna, gli episodi positivi o negativi dipendono tutti solo e unicamente dalla nostra testa”.

SITUAZIONE INFORTUNI – “Ciciretti ha scontato la squalifica, ma è stato fermo perché a Cittadella è uscito fuori con un risentimento, gli accertamenti sono negativi, ma abbiamo tenuto il giocatore a riposo per precauzione e la disponibilità dipenderà solo da lui.
Gori ha avuto un problema che si sta portando dietro da un po’, devo dire che lui è stato molto bravo a gestirlo, da domani potrà tornare disponibile e vedremo le sue condizioni.
Gyamfi sta meglio, sta bene, credo non possa essere disponibile per questa partita ma lo sarà sicuramente per la prossima. Melara starà a riposo e Padella sta sempre meglio, oramai è un giocatore assolutamente disponibile e recuperato per andare in campo. Per quanto riguarda Bagadur ha avuto un problema di affaticamento quindi lo abbiamo fermato e oggi vedremo se sarà disponibile”.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.