Baroni e i segnali importanti sul modulo: “Vi dico perché ora non si torna indietro”

442

Seconda vittoria consecutiva per il Benevento di Marco Baroni che si riprende il quarto posto solitario in classifica dopo il 2-1 alla Ternana. Il tecnico toscano ha affrontato diversi temi nella conferenza stampa post-gara ponendo l’accento sul modulo che sarà utilizzato nell’immediato futuro. Ecco le sue dichiarazioni.

Atteggiamento – “Stasera abbiamo preferito ragionare un po’ di più senza attaccare a testa bassa. E’ una scelta precisa, bisogna essere maggiormente riflessivi, soprattutto contro squadre che mirano a difendersi. Bisogna attaccare al punto giusto, dosare le energie. In questo mese sarà fondamentale perché i punti valgono doppio. In questo momento penso che la squadra abbia fatto il massimo, stiamo aspettando il rientro di molti giocatori offensivi per dare il giusto ricambio a Ciciretti e Ceravolo che in questo momento stanno raschiando il barile”.

Turnover – “Secondo me era necessario cambiare qualcosa. Viola, Chibsah, Melara e Lopez per me sono giocatori molto importanti, ci hanno sempre dato un grande contributo. Volevo rivedere Eramo ma anche perché ha bisogno di minutaggio; oggi la sua partita è stata superiore a quella giocata a La Spezia. Quando passi un brutto momento c’è un grande dispendio di energie nervose, stiamo recuperando”.

Viola – “E’ cresciuto molto nel secondo tempo. In mezzo al campo abbiamo ottimi giocatori, Viola deve trovare la velocità di passaggio che ha ad esempio Buzzegoli. Dobbiamo trovare il tempo giusto, Viola è sulla buona strada per farlo. La sua è stata una gara in crescendo e ne sono felice”.

Modulo – “Per il momento andiamo avanti col 4-3-3, non si torna indietro. Abbiamo giocatori che possono giocare così, ora lavoriamo su questa soluzione perché con l’arrivo di Eramo e per la rosa che ho è inevitabile che si adotti questo tipo di modulo. la cosa più importante è che la squadra lo abbia assimilato bene”.

Gyamfi – “E’ uscito a La Spezia anzitempo, oggi mi ha detto che ha ancora dolore e dunque ho preferito non portarlo in panchina. Oggi si è rivisto un Venuti sui suoi livelli. Stiamo pian piano recuperando la condizione anche con Lopez”.

Puscas – “Quando c’è di mezzo un intervento chirurgico sta anche al giocatore gestirlo. E’ importante recuperarlo anche per dare un ricambio a Ceravolo. Ora vediamo per Cittadella di avere tutti al massimo”.

Centrocampo – “Non è detto che Viola e Buzzegoli non possano giocare insieme. Stiamo provando e proveremo varie soluzioni”.

 

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...