Baroni “premia” un giocatore. Ascoli pronto a fare muro

349

Ha quasi l’aspetto di una di quelle irrinunciabili offerte last minute: “trascorri una notte in vetta” . E’ il sogno che i tifosi, la società e lo stesso Baroni chiedono di realizzare ai ragazzi in maglia giallorossa. Il Benevento ha l’opportunità di migliorarsi ulteriormente in un 2016 che lo ha visto raggiungere traguardi storici. La prima posizione in B la squadra sannita l’ha assaporata solo dopo la vittoria al primo turno contro la Spal, seguita da un comunque importante pareggio in trasferta con il Carpi. Da quel momento in poi il cammino superlativo di Lucioni e compagni ha strappato applausi e consensi in ogni angolo d’Italia fino ad arrivare all’opportunità odierna, un’occasione da non farsi sfuggire.

benevento-calcioQui Benevento – Dopo il pari di Avellino, Baroni sembra intenzionato a tornare all’assetto con cui ha raccolto le maggiori fortune nel Sannio. Il ritorno al 4-2-3-1 sembra ormai scontato con l’innesto di Cissé a sinistra dal primo minuto. Il realizzatore dell’1-1 al Partenio è infatti in vantaggio su tutti per il posto lasciato vacante da Melara sulla linea dei trequartisti. Gli altri due, quasi superfluo specificarlo, in questo modulo sono ormai proprietà di Falco e Ciciretti. A completare il pacchetto offensivo sarà come al solito Fabio Ceravolo che agirà nel ruolo di punta centrale. Nella difesa a quattro sull’out mancino si rivedrà Pezzi dal primo minuto in luogo dell’infortunato Lopez; al centro accanto a Lucioni agirà Camporese, mentre a destra Gyamfi è in ballottaggio con Venuti. Il ghanese in settimana è stato influenzato e non ha potuto allenarsi al meglio, ma probabile che Baroni decida di scegliere proprio lui come ultimo tassello della retroguardia “guidata” da Cragno.

ascoli-calcioQui Ascoli – Per Aglietti è stata una settimana a dir poco particolare. Tra sabato e martedì l’allenatore bianconero ha dormito pochissimo a causa del rocambolesco pareggio con il latina al Del Duca. E’ bastato però il recupero contro l’Entella, culminato con una vittoria sulla sirena, a risollevare l’animo di un gruppo che in trasferta ha dimostrato di poter dare del filo da torcere a chiunque. A centrocampo i marchigiani avranno non pochi problemi: Carpani e Addae sono fuori per squalifica, e Giorgi ha patito qualche dolore in settimana. Il capitano ci sarà senz’altro, nonostante tutto, all’interno dell’ermetico 4-4-1-1 varato per l’occasione. Accanto a lui, in mediana, agirà Cassata. In difesa i terzini Almici (a destra) e il rientrante Mignanelli (a sinistra) affiancheranno i centrali Mengoni e Augustyn. Le corsie esterne di centrocampo saranno ricoperte da Felicioli a sinistra e da Orsolini a destra. Quest’ultimo, solitamente partner di Cacia in attacco, potrebbe rappresentare una spina nel fianco per la squadra di Baroni, spinto da intuizioni e capacità tecniche che lo hanno reso uno dei classe ’97 più interessanti del panorama nazionale. In attacco Cacia godrà del supporto di Gatto per provare a segnare altri gol preziosi sia in ottica salvezza che sotto il profilo personale. Stefan Schwoch, miglior realizzatore di sempre in B, è infatti distante sole sei reti.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...