Baroni non rischia nulla: ecco la sua ricetta contro il “fiato corto”

268

bn-spezia-53Lo ha sottolineato più volte: “Il campionato di B non è un campionato normale”. Nelle parole di Marco Baroni non c’è alcuna polemica, ci mancherebbe, il riferimento è ai fattori che vedono protagonisti la lunghezza e lo sfasamento delle gare.

L’allenatore giallorosso vuole evitare, in parole povere, che i suoi ragazzi approccino male alla partita a causa di una preparazione non adeguata all’evento. E’ per questo che ha deciso di non rivoluzionare il programma “base” settimanale in relazione al posticipo di lunedì prossimo. Pertanto la squadra si allenerà con la stessa intensità delle altre volte ma effettuerà anche lo stesso numero di sedute. Ecco perché la ripresa degli allenamenti è stata fissata a mercoledì con una doppia seduta. Due giorni di riposo per Lucioni e compagni – che dopo l’allenamento defaticante di domenica hanno ottenuto una pausa per lunedì e martedì – poi di nuovo lavoro e di nuovo campionato. “Abbiamo intenzione di valutare tutto nei dettagli, perché non vorrei che iniziando la preparazione con un giorno di anticipo arrivassimo a giocarci la gara di Terni col fiato corto. Meglio rifiatare quando si può, e visto che questa settimana lo consente, non esageriamo”. La squadra ringrazia, ma al contempo sa benissimo che al Liberati dovrà scendere in campo con i classici occhi della tigre.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...