Baroni già annuncia gli assenti: novità su Padella

580

baroni2Conferenza stampa infrasettimanale per Marco Baroni che da Paduli fa il punto della situazione, analizza la sfida con il Cesena e si getta a capofitto nel clima derby, pur non potendo sedere in panchina al Partenio. Queste le sue dichiarazioni che contengono anche importanti novità sugli infortunati e su Padella: l’allenatore ha infatti giudicato “possibile” un recupero del centrale per il match contro gli irpini.

CESENA – “Ho rivisto la partita ed è stata una di quelle con più passaggi portati a termine perché entrambe le squadre hanno giocato a calcio; c’è stato un tempo effettivo di gioco molto alto, abbiamo chiuso con sei occasioni a due, direi che possiamo essere soddisfatti.
I due cambi forzati nel reparto difensivo ci hanno portato ad avere meno energia, loro hanno sfruttato la situazione sostituendo gli esterni di attacco e hanno avuto più vivacità.
D’altra parte siamo stati bravi a trovare compattezza senza perdere equilibrio; l’eccessiva voglia di vincerla ci ha portato a sfilacciare gli altri reparti con quello di centrocampo.

SQUALIFICA – Sono dispiaciuto perché può darsi che in altre occasioni abbia fatto qualcosa, ma lunedì sera non ho fatto niente, le immagini parlano da sole, io mi sono visto insultare e non ho risposto offensivamente. Rimane il dispiacere di non poter essere in campo fisicamente con i miei ragazzi, ma ci sarà il mio secondo che saprà cosa fare e dire ai giocatori. Chiederò qualcosa in più alla squadra proprio perché non ci sarò io. La partita la stiamo preparando bene e poi ho visto i giocatori vogliosi e desiderosi di allenarsi.

CENTROCAMPO – Sapevo che col Cesena avremmo avuto bisogno di molta aggressività a centrocampo, Falco ha fatto una partita di volontà, dedizione e sacrificio, glielo avevo chiesto espressamente e non mi ha deluso. Se uno ha qualità tecniche e mette anche il sacrificio a disposizione della squadra, può portare a casa prestazioni importanti; non escludo che possa riaccadere in futuro.

INFERMERIA – Padella dovremmo legarlo, perché è impossibile tenerlo fermo. Ha fatto già gli accertamenti strumentali, ha avuto una distorsione, e ora vediamo se riusciamo a recuperarlo per Avellino. Per quanto riguarda Ciciretti e Falco hanno svolto un allenamento differenziato perché era già preventivato. Volevo dare ai titolari due giorni di recupero attivo, poi gli altri mi hanno chiesto di lavorare e quindi siamo stati in campo.
Melara e Bagadur non ci saranno sicuramente per sabato; Melara ha risolto il piccolo problema muscolare che aveva, quindi lavorerà specificatamente la settimana prossima per tornare poi a disposizione.

CAMPORESE – “Sapete come la penso, quando qualcuno fa bene, soprattutto nel reparto difensivo, ci si lega con condizione, mentalità, e quindi è difficile cambiare soprattutto i centrali. Camporese quando è entrato ha fatto molto bene, lavora sempre bene, e per me, lui lo sa, è un titolare a tutti gli effetti”.

AVELLINO – “Finita la partita ho visto la classifica per vedere dove fosse il Cesena, e mi sembrava impossibile che fosse in quella situazione. L’Avellino credo che abbia le qualità per liberarsi dalla stessa situazione. E’ un derby, mi aspetto un avversario che vuole centrare una grande prestazione, e per vincerla dobbiamo avere lo stesso atteggiamento.
Noi non siamo una squadra che parte in testa per dire ci va bene questo risultato. Loro vogliono vincere, noi anche, l’importante è che ne esca fuori un derby vivo e giocato sul campo. La classifica non conta in questa partita, dobbiamo restare attaccati alla lucidità e all’equilibrio, sia tattico che mentale”.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.