Per Baroni due veri ballottaggi. In casa Cittadella pochi problemi (probabili formazioni)

111

Nessun anticipo ha contraddistinto il programma della trentacinquesima giornata di serie B. Il motivo va ricercato nel turno infrasettimanale che ha costretto le 22 partecipanti a un tour de force importante dal punto di vista del dispendio energetico. Ne consegue che le undici partite di campionato saranno spalmate su “soli” tre giorni: nove sono in calendario oggi, una domani alle 17.30 (Brescia-Spal) e l’ultima lunedì alle 20.30 (Novara-Verona). Nel programma del sabato a spiccare è senza dubbio Cittadella-Benevento, gara che può valere tanto in ottica play off essendo un vero e proprio confronto diretto per una posizione nella griglia post season. La Strega è quarta con in dote 54 punti, i veneti sesti a -3; basta questo per rendersi conto che non siamo di fronte ad una sfida banale.

Qui Cittadella – Venturato dovrà fare i conti con l’assenza dello squalificato Salvi e con l’infortunio di Martin, uscito anzitempo dalla sfida infrasettimanale di Salerno per un colpo alla testa. Nel ruolo di terzino destro allora spazio a Pedrelli, ex di turno che oggi spegnerà 31 candeline. A completare la difesa a quattro nel canonico 4-3-1-2 presentato dal “Citta” ci penseranno i centrali Scaglia e Pelagatti, oltre al terzino sinistro Benedetti. A centrocampo il perno della mediana sarà Iori, affiancato dalle mezzali Paolucci e Bartolomei a supporto del trequartista Chiaretti. A Litteri e Arrighini il compito di fare gol a una difesa, quella giallorossa, che per la verità negli ultimi tempi ha mostrato qualche lacuna di troppo.

Qui Benevento – Baroni proseguirà sulla strada del 4-3-3 ma apporterà qualche modifica rispetto al turno infrasettimanale vittorioso. Importante evidenziare come gli unici ad aver giocato 180 minuti (o quasi, nel caso di Ceravolo) tra Spezia e Ternana sono stati Gori, i due centrali di difesa Lucioni e Camporese, Eramo e l’attaccante di Locri. Pare dunque legittimo ipotizzare che l’allenatore toscano possa concedere un turno di riposo proprio ad Eramo, considerata anche la buona condizione di Del Pinto, pronto a sostituirlo a centrocampo nel terzetto completato da Viola (nelle vesti di regista) e Chibsah (in quelle di mezzala destra). Uno dei due veri ballottaggi di giornata riguarda la fascia destra difensiva, già privata della presenza di Gyamfi e dove Pezzi è in vantaggio su Venuti. Per trovare l’altro bisogna invece spostarsi in attacco e precisamente al ruolo di esterno sinistro. Melara meriterebbe la riconferma, ma Cissé scalpita. Tanto dipenderà dalle valutazioni sulla tenuta fisica, ragion per cui sembra anche difficile l’ipotesi Falco dal primo minuto dopo una settimana comunque condizionata dall’infortunio al piede.

 

 

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...