Bardiani-CSF, De Ieso: un campano che sogna il tricolore

287

Passare tra i professionisti per un ciclista campano non è facile, lo sa bene Donato de Ieso che dopo tanti sacrifici è riuscito finalmente a passare tra i professionisti grazie alla famiglia Reverberi che lo ha accolto nella “neonata” Bardiani – CSF Inox. Lo scalatore sannita di Pago Veiano, che ha corso nelle ultime stagioni nella Vejus – Tmf – Euroservicegroup – BH Bikes, è pronto alla nuova avventura che comincerà al Trofeo Laigueglia e poi potrebbe proseguire al Tour de Langkawi (l’invito della Bardiani è ancora in dubbio). In un’intervista a Benevento Ottopagine, de Ieso ha parlato del suo futuro nella nuova squadra: “Passare professionista è stato importante, poi farlo con questa squadra che fa capo alla famiglia Reverberi è una grande occasione. Sono contento, qui sanno come far crescere i giovani. È i luogo ideale per fare esperienza ed imparare tanto”.

L’obiettivo nel 2012 sarà chiaramente quello di accumulare esperienza, ma de Ieso è pronto a ritagliarsi il suo spazio, consapevole che in una squadra come questa tutti possono avere la propria occasione, soprattuto su percorsi vallonati. “Voglio fare bene nelle gare di un giorno, soprattutto in quelle dure che sono maggiormente adatte alle mie caratteristiche. Per ora sono giovane e anche se il mio sogno sono le corse a tappe so di dover stare tranquillo e macinare chilometri”.

Le corse a lui più care sono il Giro d’Italia e soprattutto il campionato italiano: “Quella è una gara che mi affascina molto. La maglia tricolore è un grande sogno, spero di riuscire a partecipare e fare bella figura. Il Giro è la corsa più bella. Spero di correrla già in questa stagione. Già esserci sarebbe una bella vittoria. In questo caso dovrà fare tanta esperienza e imparare i trucchi del mestiere. Alla prima partecipazione non si possono fare grandissime cose. L’importante è portarlo a termine”

Spaziociclismo

CONDIVIDI