Quale attacco con la Salernitana? Intanto Baroni sperimenta una nuova soluzione

401
L’allenamento a porte aperte e le dichiarazioni di Marco Baroni hanno chiarito diverse situazioni sull’infermeria giallorossa e sui probabili o sicuri indisponibili per il derby con la Salernitana. L’allenatore sannita ha definito ancora da valutare la situazione di Ceravolo, uscito dolorante all’intervallo della sfida del Piola a causa di una ginocchiata e successivamente sostituito da Cissé, che nei piani del tecnico avrebbe invece beneficiato di un turno di riposo in relazione al manto in erba sintetica che ne aveva condizionato la prestazione anche a Vercelli.
A centrocampo le buone notizie arrivano da Eramo, che però pur aggregandosi al gruppo a pieno regime deve ritrovare la giusta condizione per poter dare un apporto alla causa della Strega. Ancora differenziato, invece, per i lungodegenti Padella e De Falco il cui rientro slitterà inevitabilmente di qualche settimana. Recuperato anche Piscitelli, che ha smaltito il suo infortunio ma non è partito con la Primavera alla volta di Torino dove i giallorossini domani affronteranno la Juventus senza l’apporto di alcun fuoriquota. Ricordiamo, tuttavia, che il portiere lombardo non figura nella lista over al pari di Jakimovski.
Non dovrebbe essere a rischio Ciciretti che ha svolto un lavoro decisamente più leggero rispetto ai compagni di squadra a causa di un affaticamento ma sarà arruolabile per il match di domenica. La curiosità forse più interessante dell’odierna seduta padulese è forse arrivata dall’esperimento tentato da Baroni in un’esercitazione offensiva con Pajac schierato nelle vesti di falso 9. Una soluzione sicuramente di ripiego ma che non va ugualmente sottovalutata viste le condizioni non eccelse degli stessi Cissé e Ceravolo e l’assenza a lungo termine di Puscas.
CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...