Con l’Atalanta un buon Benevento colleziona il 14° KO consecutivo. Decide Cristante

42

beneventoAtalanta Benevento. Quattro i cambi rispetto alla gara contro il Sassuolo per De Zerbi: Venuti dall’inizio (sostituisce Letizia squalificato), l’ex Djimsiti (al posto di Antei febbricitante), Del Pinto (al posto di Viola) e Lombardi (al posto dell’infortunato Ciciretti). Giallorossi schierati con un 4-3-3 molto ben sistemato, con l’Atalanta che tira in porta solo al 7′: cross di Gomez dalla sinistra, testa di Castagne centrale e facile per Brignoli che blocca tranquillamente.

beneventoIl Benevento si fa vedere al 22′ con una bella discesa di Lombardi sulla destra che serve Armenteros, lo svedese piazza il sinistro sul secondo palo, ma è impreciso, Berisha si tuffa per seguire la conclusione che finisce a lato. Al 39′ il primo brivido per la Strega: destro di Cristante da fuori area, Brignoli si tuffa, la palla sfiora il palo alla destra del portiere.
L’occasionissima della gara arriva però per Armenteros che un minuto più tardi colpisce di testa su cross dalla destra di Venuti, impegnando quindi Berisha che respinge la bella girata dell’attaccante giallorosso. Il primo tempo si conclude così sullo 0-0.

beneventoNella ripresa l’Atalanta inserisce Ilicic al posto di Toloi (un trequartista per un difensore) e dopo un’occasione per Masiello (esterno della rete) ben servito da un cross di Gomez, è lo stesso Ilicic alla mezz’ora della ripresa a servire un buon pallone dal limite per Cristante che si aggiusta la palla sul destro e calcia dal limite un rasoterra sul quale Brignoli non arriva, portando i padroni di casa sull’1-0.

beneventoNell’ultimo quarto d’ora l’Atalanta cerca di amministrare il vantaggio, mentre il Benevento con l’entrata di Memushaj e Kanouté tenta timidamente di portarsi avanti alla ricerca del pareggio. Di Chiara batte un paio di punizioni in pieno recupero: la prima la cicca clamorosamente colpendo il terreno e permettendo una ripartenza atalantina; la seconda mette in mezzo un pallone interessante sul quale tenta di avventarsi Puscas, ma Berisha si fa trovare pronto e respinge coi pugni. Poco dopo l’arbitro segna la fine delle ostilità: l’Atalanta batte col minimo sforzo il Benevento.

Il tabellino:
Atalanta – Benevento 1-0
Reti: 29′ st Cristante.

Atalanta (3-4-2-1): Berisha; Toloi (6′ st Ilicic), Caldara, Masiello; Castagne, De Roon, Freuler, Hateboer; Cristante, Gomez (45′ st Palomino); Cornelius (14′ st Petagna).
A disp.: Rossi, Gollini; Orsolini, Gosens, Vido, Kurtic, Mancini, Haas, Schmidt.
All.: Gasperini.

Benevento (4-3-3): Brignoli; Venuti, Djimsiti, Costa, Di Chiara; Chibsah (35′ st Memushaj), Del Pinto, Cataldi; Lombardi, Armenteros (1′ st Puscas), D’Alessandro (21′ st Kanouté).
A disp.: Belec; Coda, Viola, Gyamfi, Antei, Gravillon, Donnarumma, Brignola.
All.: De Zerbi.

Arbitro: Sig. Fabrizio Pasqua della sezione AIA di Tivoli.
Assistenti: Sigg. Antonino Santoro della sezione AIA di Catania e Giovanni Baccini della sezione AIA di Conegliano.
Quarto uomo: Sig. Marco Piccinini della sezione AIA di Forlì.
VAR: Sig. Daniele Doveri della sezione AIA di Roma.
Assistente VAR: Sig. Stefano Alassio della sezione AIA di Imperia.
Ammoniti: 14′ pt Costa (B), 41′ pt Venuti (B); 5′ st De Roon (A)
Espulso:
Angoli: 9-3 (Pt 5-2)
Recupero: Pt 0′; St .

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.