Amorosi che beffa! La Giustizia Sportiva rimanda la festa

74

Colpa di un ricorso sul quale si tarda a decidere. Ancora una volta la Giustizia Sportiva mette il bastone tra le ruote alle società dilettantistiche. Dopo il caos in Promozione, a farne le spese questa volta è il girone A di Seconda Categoria.

AmorosiL’Amorosi, infatti, nonostante il successo sul Casale di Teano e la concomitante sconfitta della Riardo Soccer nello scontro diretto con la Junior San Cipriano, non è ancora certo di aver vinto il campionato. Eppure le due compagini casertane riposeranno in occasione dell’ultima giornata e, almeno sul campo, non potrebbero raggiungere in vetta la compagine di mister Suppa.

A bloccare la festa e a costringere Di Fiore e compagni a riporre nuovamente in frigorifero le bottiglie di spumante ci ha pensato la Giustizia Sportiva. La Junior San Cipriano attende infatti di conoscere l’esito del ricorso presentato dopo il pareggio (2-2) sul campo della Dionis Castelvenere, sfida datata 17 aprile. In caso di parere positivo, la Junior San Cipriano balzerebbe al comando, andando ad affiancare proprio l’Amorosi a quota 49 punti.

I sanniti, dunque, potrebbero festeggiare insolitamente giovedì se sul comunicato ufficiale dovesse uscire un esito contrario ai casertani o saranno costretti a conquistare almeno un punto nel prossimo e ultimo turno. Ipotesi quest’ultima molto probabile, dato che la Federazione ha spesso utilizzato il metodo di “decidere per non decidere”. Meglio pensare di dover uscire indenni dal campo del Castel Volturno, perché in quel caso nessuno potrà negare all’Amorosi la gioia di esultare.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.