Amichevole dell’U21 a Benevento: Italia – Serbia 0-1.

359

BBB_3710 (2)

L’Italia U21 torna a disputare una gara a Benevento dopo ben 17 anni (l’ultima volta fu sempre un’amichevole, Italia – Spagna che si concluse sullo 0-0) e purtroppo, nonostante la buona cornice di pubblico (quasi 6.000 unità) gli azzurrini vengono sconfitti di misura con una rete siglata da Milunovic al 60′.

Nei quattro precedenti a Benevento (tre gare di qualificazioni europee e una amichevole), l’Italia Under 21 non aveva mai perso:

1) 27/10/1982 a Benevento Italia-Romania 2-0 (77′ Casale, 86′ Evani)
Qualificazioni Europei ’82-’84, 1° gara gruppo 5

2) 17/04/1985 a Benevento Italia-Lussemburgo 5-1 (45′ e 62′ Baldieri, 59′ Malget, 65′ e 74′ Mancini, 79′ Vialli)
Qualificazioni Europei ’84-’86, 2° gara gruppo 8

3) 01/05/1997 a Benevento Italia-Polonia 1-1 (47′ Szmkowiak, 85′ C. Lucarelli)
Qualificazioni Europei Romania ’98, 6° gara gruppo 2

4) 17/11/1998 a Benevento Italia-Spagna 0-0 gara amichevole.

Ma veniamo alla cronaca della gara.
Primo tempo:
10′ Punizione calciata dal vertice destro dell’area avversaria, sul pallone va il capitano Biraghi assieme a Berardi, a calciare è il terzino col sinistro: la sfera finisce però in curva.
11′ Corner per la Serbia, il primo, Pesic di testa svetta più in alto di tutti e coglie l’incrocio dei pali alla sinistra di Bardi.
20′ Discesa di Jojic in solitaria, arrivato al limite dell’area calcia in porta con Bardi che respinge di forza la conclusione, nessun pericolo.
32′ Azione offensiva degli azzurrini con Verdi e Berardi che vanno al tiro, in entrambi i casi le conclusioni vengono contrastate dalla difesa serba, sul contropiede che ne deriva il capitano slavo Causic riceve un cross dalla destra e dal limite dell’area calcia un forte destro che si spegne a lato alla destra di Bardi.
35′ Tacco di Verdi per Trotta, palla da questi a Benassi che da ottima posizione calcia in porta, Stojkovic devia in angolo.
39′ Trotta riceve in area, si gira e calcia in porta, Dmitrovic si allunga  e devia in angolo il rasoterra dell’attaccante azzurro.
46′ recupero del primo tempo: punizione dal vertice sinistro dell’area italiana, sul pallone va Jojic, parabola calciata di destro ma che finisce di almeno 1 metro alta sulla traversa.

Secondo tempo:
46′ inizio ripresa: Berardi commette un secondo fallo e viene giustamente espulso, l’Italia U21 resta in dieci uomini.
52′ Iniziativa di Verdi che dai venti metri calcia di destro, pallone che finisce fuori.
53′ Milunovic risponde con un bel rasoterra sinistro diretto all’angolino basso alla destra di Bardi, il portierino azzurro si distende e devia in angolo la conclusione, è solo il preludio del gol.
60′ Ancora Milunovic protagonista: il serbo viene messo a tu per tu con Bardi, evita l’uscita dell’estremo difensore e calcia nella porta sguarnita, a nulla vale il tentativo di salvataggio di Rugani giunto in ritardo sulla linea di porta. 0-1.
62′ Puniizone per l’Italia dalla tre quarti avversaria, a calciare è Cataldi di destro, rasoterra che Dmitrovic para bene tuffandosi sulla propria destra.
65′ Cataldi serve Verdi in area, il tiro non è però dei migliori, occasione sfumata per pervenire al pareggio.
69′ Lancio di Baselli per Sabelli, questi di testa serve Verdi che passa in area a Belotti, palla fuori sull’uscita di Dmitrovic. Bella azione da parte dell’Italia.
70′ Capovolgimento di fronte, Jojic calcia, Bardi para.
71′ Tiro cross di Baselli dalla sinistra, Dmitrovic para il pallone diretto all’incrocio.
75′ Cross dalla destra di Zappacosta per Belotti in area, girata di destro sporcata in angolo da un difensore.
78′ Bardi calcia male permettendo il recupero della sfera ad opera di Jojic che serve immediatamente Pesic, questi calcia in porta di sinistro, ma Bardi para.
79′ Cross di Castaldi dalla destra, Belotti in area si incunea di testi in mezzo ai due centrali serbi, ma sfiora solamente la sfera.
82′ Corner per l’Italia, di tsta ancora Belotti, la palla schiacciata a terra è facile preda di Dmitrovic nonostante il rimbalzo.
87′ Punizione di Cataldi dai trenta metri, Dmitrovic blocca a terra la sfera che aveva scavalcato la barriera.

L’Italia Under 21 è parsa poco brillante rispetto al precedente match disputato venerdì 27 marzo con la Germania (2-2), e di fronte all’ottima Serbia (battuta 3-2 nella gara di qualificazione disputata a settembre 2014), complice anche l’inferiorità numerica subita a inizio ripresa non riesce a dare di più.
Da segnalare la prestazione di Cataldi che entrato nella ripresa si è sobbarcato il peso del centrocampo cercando più volte di far giungere al pareggio la propria squadra, con la complicità dell’altro subentrato Belotti, molto volenteroso ma poco fortunato.

 

Rete: 60′ Milunovic.

Italia (4-4-2): Bardi; Sabelli (88’ Longo), Rugani, Romagnoli, Biraghi (46′ Zappacosta); Berardi, Sturaro (46′ Cataldi), Baselli (77′ Crisetig), Benassi (54′ Molina); Verdi (77′ Battocchio), Trotta (55′ Belotti).
A disp.: Leali, Sportiello, Bianchetti, Izzo, Barba, Goldaniga, Fedato.
C.T.: Di Biagio.

Serbia (4-1-4-1): Dmitrovic; Stojkovic, Cirkovic (76′ Lazic), Pantic, Petrovic; Kovacevic; Jojic (76′ Djurdevic), Causic, Brasanac (85′ Ivanic), Milunovic (67′ Srnic); Pesic.
A disp.: Peric, Stevanovic, Filipovic, Nastic, Radoja, Mijailovic, Cavric.
C.T.: Dodic.

Arbitro: Sig. Ali Palabiyik (Turchia)
1° assistente: Sig. Serkan Ok (Turchia)
2° assistente: Sig. Ceyhun Sesiguzel (Turchia)
Quarto uomo: Sig. Marco Di Bello (Italia).
Ammoniti: 44′ Berardi (I), 64′ Sabelli (I), 76′ Cataldi (I), 80′ Pantic (S), 91′ Djurdevic (S).
Espulso: 46′ Berardi (I).
Angoli:  7-9 (Pt 3-5)
Recupero: Pt 1′; St 4′.
Spettatori: 6.000 circa.

 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.