Airola: intervista al Capitano.

189
Mimmo Airola BasketCiao Mimmo. Sei oramai diventato un punto fermo di questa squadra infatti se non erro vesti i colori dell'Airola da quattro anni consecutivi. 
Come vivi questa cosa?
 
E' un onore ed un piacere vestire questa maglia da 4 anni consecutivamente, qui ho trovato il vero concetto di "famiglia" e poi grazie alla società che mi è stata vicina nei momenti più difficili e grazie a coach Parrillo sono riuscito a esprimermi al meglio.

Purtroppo la società  ultimamente stà vivendo un periodo "difficile"  economicamente ma nonostante ciò alcuni di voi sono rimasti. 
Cosa vi ha spinto a fare questa scelta?

L'attaccamento alla maglia è stato determinante per questa scelta, oltre al fatto che comunque era cominciato un progetto che adesso ha mutato ma le persone che lo compongono sono quasi le stesse e quindi ci siamo sentiti in dovere di portarlo avanti e di proseguire per la nostra strada.

Gli obbiettivi arrivati a questo punto sono cambiati e abbiamo notato che nelle due ultime gare state dando, ancor più di prima, l'anima per non far sentire la mancanza di Elia, Peppe e Simone. 
Qualè ad oggi il vostro principale obbiettivo?

Non ci sono obiettivi, nel senso che non ci poniamo limiti, scendiamo in campo ogni giornata come se fosse l'ultima e quella più importante. Limiti in classifica non ce li poniamo noi giochiamo al massimo ogni incontro e dove ci troveremo in classifica... speriamo nei playoff... l'affronteremo con la massima serenità  e serietà !

Avete in Adolfo un punto di riferimento importante sia dal punto di vista tecnico che umano. 
Quanto conta la sua presenza nello spogliatoio?
 
E' lui la nostra anima e in lui ci riconosciamo, lo spirito condottiero è una sua grande dote e per noi oltre che in campo anche fuori il nostro punto di riferimento!

Dopo un anno di "purgatorio", se così possiamo definirlo, quest'anno sei rientrato al 100% esprimendo al meglio le tue potenzialità . 
Che voto ti dai fino a questo punto? 

Darsi un voto è sempre difficile, non si è mai obiettivi, dal canto mio mi do un 6. Spero per fine anno di darmi un 9 o un 10 per qualche successo ottenuto di squadra!

Sabato affronterete una squadra che ha una forte tradizione cestistica ed attualmente un roster di tutto rispetto. 
Come vi siete preparati alla gara?
 
Stiamo mischiando un pò le carte per rendere le nostre difese e i nostri attacchi meno prevedibili, comunque c'è massima concentrazione e stiamo valutando qualsiasi particolare senza lasciare nulla al caso, come abbiamo sempre fatto d'altronde!

Non ti rubo altro tempo ma concedimi l'ultima domanda. 
Da capitano della squadra cosa ti senti di dire ai tifosi?

Di fare come noi e di non arrendersi mai... stiamo cercando di fare qualcosa di importante e con il loro aiuto, che ho sempre ammirato, possiamo fare veramente dei "miracoli".

Grazie Mimmo e in bocca al lupo.
 
Grazie a te.. crepi.



Fabio Viglione
Ufficio Stampa Pallacanestro Airola		
CONDIVIDI