Airola: a testa alta dalla sconfitta di Molfetta

359

Airola BasketEsce a testa alta la Pallacanestro Airola dalla sconfitta di Molfetta. Il risultato è cattivo con Del Vecchio e soci (102 – 86) che hanno lottato fino all’ultimo secondo provando con i falli sistematici a ribaltare un risultato che li vedeva in svantaggio di 10 lunghezze ad 1’ dalla fine. Un atteggiamento positivissimo quello visto a Molfetta che fa ben sperare in casa dell’Airola. Tutti i giocatori scesi in campo si sono sacrificati senza mai risparmiarsi ed hanno provato in tutti modi ad arginare il cecchino Corvino che è stato mortifero da ogni parte del campo. La lotta sotto canestro è stata nettamente vinta dai lunghi caudini sia a rimbalzo che in termini di punti ma la precisione al tiro del playmaker foggiano ed una serie di “tiri ignoranti” da oltre sette metri, realizzati nonostante Corvino fosse marcatissimo, hanno piegato in due la difesa airolana ben schierata in campo da coach Patrizio. Ottima la partita di Riccio che ha realizzato la bellezza di 27 punti e quella del capitano Del Vecchio che sotto canestro è stato incontenibile. Bene anche la guardia Smorra con 16 punti ed i due lunghi Falzarano e Niccolai. Meno produttiva in termini di punti la prova del playmaker Mascolo, ma per lui una gara di grande sacrificio sia in difesa ed in regia. Adesso si ritornerà in palestra martedì per preparare l’altra insidiosissima trasferta in quel di Taranto in programma sabato prossimo alle ore 18.

Sono contento della gara, commenta Ruggiero. E’ ovvio che una sconfitta brucia sempre ma ho visto i miei ragazzi combattere fino alla fine, e questo non è un dato da sottovalutare. Non è tanto la sconfitta a fare la differenza ma il modo in cui questa si concretizza. Questa sera ho visto la squadra sudare le proverbiali sette camicie ed è stato un atteggiamento molto apprezzato da me e dal mio staff. Purtroppo, continua Ruggiero, contro un mostro come Corvino è davvero difficile giocare. Poche volte ho visto un giocatore fare quello che è stato capace di produrre lui ieri sera, non sbagliava mai. Ha realizzato almeno tre canestri da circa otto metri contro una marcatura asfissiante. Siamo sulla buona strada , termina il presidente caudino, questo è l’atteggiamento che cercavo e adesso dobbiamo solo aspettare che arrivi anche il primo risultato esterno. Patrizio lavora con questa squadra da appena 15 giorni ma il suo lavoro è sorprendente. Riesce a trasmettere a questo gruppo una grandissima intensità e sono convinto che a brevissimo ci toglieremo qualche grande soddisfazione insieme.

Gammauto Chevrolet Molfetta – Pall. Città di Airola 102-86 (15-22, 37-25, 21-13, 29-26)

Molfetta: Lombardo 29, Corvino 37, Cecchetti 16, De Gennaro 5, Di Lauro 4, Bacchini 9, Bei, Sancillo 2, Spadavecchia, Binetti.

Airola: Riccio 27, Smorra 16, Del Vecchio 15, Falzarano 13, Niccolai 7, Mascolo 8, Iannarilli, De Sisto ne, Sarchioto, Albarella ne.

CONDIVIDI