Incredibile Alessandria: promozione gettata al vento? Tra qualche giorno new entry in B

254

Raccontata a parte la situazione play off (clicca qui), iniziamo a dare uno sguardo al prossimo campionato di serie B. Tre “nuove” partecipanti sono già certe e al termine del prossimo turno dei vari campionati il numero è destinato a salire. La giornata numero quaranta, tuttavia, potrebbe sancire anche degli addii al torneo cadetto.

SERIE A – Al Pescara già retrocesso potrebbe aggiungersi domenica il Palermo. In caso di sconfitta a Verona contro il Chievo, i rosanero scivolerebbero in serie B matematicamente. Anche un risultato positivo potrebbe non bastare ai siciliani, a patto che l’Empoli ottenga almeno lo stesso esito in casa contro il Bologna.

SERIE B – La Spal prepara la festa e si appresta ad approdare nel massimo campionato. I ferraresi giocheranno contro la Pro Vercelli conoscendo già l’esito delle sfide del Verona (a Chiavari con l’Entella) e del Frosinone (in casa contro il Trapani). Se una delle due inseguitrici dovesse frenare, alla formazione di Semplici potrebbe bastare addirittura un solo punto per centrare la seconda promozione consecutiva.

Il risvolto della medaglia è rappresentato dalle situazioni di Pisa e Latina. La formazione di Gattuso potrebbe tornare in Lega Pro senza neanche giocare lunedì contro il Cittadella se il Vicenza, impegnato nello scontro diretto interno con la Ternana, dovesse vincere. In caso contrario solo una vittoria contro la truppa di Venturato manterrebbe i toscani aggrappati alla B. Allo scontro del “Menti” guarderà con interesse lo stesso Latina, impegnato in contemporanea sul campo del Brescia. Ai pontini servirà almeno ottenere il medesimo risultato dell’undici di Torrente per non retrocedere grazie solo, in questo momento, a una migliore differenza reti.

LEGA PRO – Chi tra Cremonese o Alessandria seguirà Venezia e Foggia? Sarà l’ultimo turno a deciderlo con i lombardi padroni del proprio destino grazie agli scontri diretti a proprio favore. Appaiate in vetta alla classifica, entrambe le compagini giocheranno in casa i 90 minuti finali del campionato. La Cremonese ospiterà il Racing Roma, ultimo e bisognoso esclusivamente dei tre punti (e di risultai altrui favorevoli) per evitare il ritorno in serie D, mentre l’Alessandria se la vedrà con un Pontedera che non ha nulla da chiedere alla stagione. Nell’ultimo turno i grigi non sono andati oltre l’1-1 sul campo della Lupa Roma, penultima, mentre la Cremonese ha perso a Livorno contro una squadra in piena zona play off. Una debacle che potrebbe rivelarsi ininfluente a causa dei continui pasticci firmati dai piemontesi.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.