5ª di ritorno, prossimo avversario: Pro Vercelli

193

Nuova trasferta al Nord per il Benevento, questa volta in Piemonte e più precisamente a Vercelli.
All’andata finì 1-1, e i giallorossi non offrirono una delle loro più belle prestazioni ai propri tifosi: un errore di Siniscalchi permise a Di Piazza di tirare indisturbato su Baican, e la respinta del portiere finì sui piedi di Iemmello che insaccò facilmente il tap-in vincente.
Il pareggio arrivò su calcio di rigore per fallo su Cipriani (a dir la verità molto dubbio) e a infilare il pallone alle spalle di Valentini ci pensò Vacca. In conferenza stampa sia il presidente Vigorito, che Pedrelli, migliore in campo per i giallorossi, ammisero che quello fu un punto guadagnato, a differenza dei punti persi nei pareggi delle precedenti partite con Reggiana e Foligno.

Le formazioni che scesero in campo all’andata:
Benevento: Baican; Pedrelli, Siniscalchi, Signorini, Anaclerio; Cia, Rajcic, Grauso (12′ st De Risio), D’ Anna (38′ pt Pintori); Cipriani, Sy (6′ st Vacca).
A disp.: Mancinelli, Candrina, Rinaldi, La Camera. All.: Simonelli.
Pro Vercelli: Valentini; Cancellotti, Ranellucci, Masi, Armenise; Marconi, Rosso, Murante, Di Sabato (19′ st Germano); Iemmello (35′ st Malatesta), Di Piazza (19′ st Santoni).
A disp.: Dan, Nocciola, Tonani, Tripoli. All.: Braghin.
Reti: 4′ pt Iemmello (PV), 17′ st Vacca (rig.).

17 partite più tardi, alcune cose sono cambiate per il Benevento: innanzitutto nel manico, con la coppia Imbriani-Martinez che ha preso il posto di Simonelli; poi Gori al posto di Baican mandato in prestito a Latina; D’Anna provato centrale di centrocampo ora schierato ottimamente come terzino destro; Pedrelli da terzino destro a difensore centrale; Grauso e De Risio che fecero la staffetta ora sono stati entrambi ceduti (il primo allo Spezia, e il secondo al Celano Marsica in prestito); Cipriani è ancora in fase di recupero, e Vacca che pareggiò, al momento è fuori dai progetti della squadra.

E’ cambiata anche la classifica di entrambe: la Pro Vercelli che era partita come ripescata e quindi con l’obiettivo di salvarsi, ha via via scalato le posizioni fino ad arrivare in zona playoff, idem il Benevento che partito zoppicando si è poi ripreso fino a raggiungere anch’esso i playoff la settimana scorsa grazie ai 4 punti restituiti dal TNAS.
La Pro Vercelli in 21 partite ha finora raccolto 37 punti (10 vittorie, 7 pareggi e  4 sconfitte) con 28 gol fatti e 13 subiti.
In casa lo score è il seguente: 10 partite con 5 vittorie, 4 pareggi, e 1 sconfitta (partita incredibile col Foligno vincente 0-1), gol fatti 14 e gol subiti solamente 3. Piemontesi che vantano quindi una vera e propria difesa d’acciaio al “Silvio Piola”, al Benevento dunque l’arduo compito di “arrugginirla”.
Gli altri due precedenti con squadre campane in casa della Pro Vercelli, non gira a favore dei giallorossi: alla 6a giornata Pro Vercelli-Avellino finì 4-1, alla 16a giornata il Sorrento fu preso a pallate perdendo 4-0.
Riusciranno i sanniti a non subire la stessa sorte dei propri corregionali?

La classifica marcatori dei bianchi piemontesi vede in testa con 8 gol Malatesta, seguono a 3 l’ex giallorosso Di Piazza e il giovane fenomeno  Iemmello; a quota 2 gol ci sono Espinal, Germano e il neo acquisto Martini (doppietta a Pisa); a 1 gol Bencivenga, Marconi, Disabato, Masi, Santoni (ora all’Alessandria) e lo sfortunato Fabiano (frattura composta del perone destro, 2 mesi fuori). A completare il computo dei gol le autoreti di Dionisi della Tritium, e del nostro Zullo quando giocava ancora a Como (ora è in prestito al Monza).
Curiosità: la Pro Vercelli è anche la squadra del girone con più giocatori andati in gol, ben 12.
Sul fronte rigori i piemontesi ne hanno avuti solo 2 a favore, di cui 1 sbagliato da Malatesta (parato da Zandrini del Foligno); e 1 contro (proprio quello di Vacca all’andata).
Il Benevento invece con quello messo a segno da Altinier la settimana scorsa, è la squadra del girone con più rigori a favore (7, tutti segnati), i rigori contro invece sono 4 (tutti realizzati).

Nel mercato di gennaio sono state più le cessioni che non gli acquisti per la Pro Vercelli, ma d’altronde con un organico che sta facendo così bene, di correttivi da inserire non c’era poi tanto bisogno.
Tra gli acquisti fatti, oltre al già citato Marco Martini attaccante prima in forza all’Alessandria, c’è anche il trequartista Federico Carraro proveniente dalla Fiorentina via Modena (dov’era in prestito), pronto a riformare con Iemmello la coppia terribile che tanti gol portò in dote alla Fiorentina primavera la stagione scorsa.
Le cessioni: l’attaccante Santoni ceduto all’Alessandria nello scambio con Martini; il centrocampista Nocciola anche lui all’Alessandria; il giovane centrocampista Gazo all’Albinoleffe; e il difensore Pigoni al Savona.
Da aggiungere anche Davide Luminoso, promettente ragazzo del ’96 passato dagli allievi della Pro a quelli della Juventus.

La rosa, sempre agli ordini del mister Maurizio Braghin è così composta:

Portieri:
Dan (’78) – Miranda (’92) – Valentini (’88).

Difensori:
Armenise (’84) – Battaglia (’85) – Bencivenga (’91) – Cancellotti (’92) – Masi (’92) – Modolo (’89) – Murante (’83) -Ranellucci (’83).

Centrocampisti:
Calvi (’84) – Carraro (’92) – Disabato (’90) – Espinal (’82) – Germano (’92) – Marconi (’85) – Rosso (’84).

Attaccanti:
Di Piazza (’88) – Fabiano (’84) – Iemmello (’92) – Malatesta (’82) Martini (’79) – Tonani (’92) – Tripoli (’87).

Nell’ultima partita vittoriosa 4-1 all’Arena Garibaldi di Pisa, la formazione schierata con il 4-3-1-2 era la seguente:
Valentini; Bencivenga, Modolo, Ranellucci, Armenise; Calvi, Germano, Espinal; Fabiano (23′ pt Rosso); Martini, Di Piazza.
Tenuto conto degli infortuni di Fabiano e di Iemmello, e della non perfetta forma fisica di Malatesta (che magari entrerà nella ripresa per dar manforte), la formazione che affronterà il Benevento non dovrebbe discostarsi molto da questa suddetta. Forse Carraro prenderà il posto di Fabiano, ma ancora non ci è dato sapere.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.