4a di andata, prossimo avversario: Avellino

432

Usufruendo del punto di penalizzazione comminato alla capolista Perugia (che scende quindi da 9 a 8), il Benevento si ritrova sempre secondo in classifica (ex aequo con il sorprendente Latina) con 6 punti nel carniere, ma a soli due di distanza dalla vetta.; tutto questo vuol dire che vincendo il prossimo match, ovvero l’anticipo di domani sera contro l’Avellino, i giallorossi potrebbero ritrovarsi momentaneamente primi solitari in classifica (in attesa della partita del Perugia).

Un’occasione molto ghiotta quella che si prospetta per il Benevento: vincere il derby quindi non porterebbe solo a vantaggi di classifica, ma anche di morale e di maggior convinzione nei propri mezzi, sia nella truppa giallorossa, che in tutto l’ambiente cittadino. Non dimenticando che battere i rivali irpini sarebbe una grossa soddisfazione, soprattutto tenendo conto dei due pareggi della scorsa stagione: con il Benevento avanti 2-0 nel match del Ciro Vigorito, poi raggiunto nella seconda frazione sul 2-2 nei minuti finali; idem nel confronto di ritorno al Partenio, col Benevento in vantaggio 1-0 e poi raggiunto sempre sul finire del match.

L’ultima sfida al Ciro Vigorito.
Nello scorso Benevento Avellino come detto poc’anzi, i padroni di casa si ritrovarono avanti con i gol di Cia e di Pintori, per poi essere raggiunti da un rigore calciato da De Angelis e dalla rete di D’Angelo. Particolare curioso: i due marcatori giallorossi quest’anno non indossano più la maglia del Benevento, quelli biancoverdi invece sono ancora tra le fila irpine.
Nella sfida giocata il 13 novembre 2011 ci sono diversi giocatori che calcheranno il campo anche questa volta: da parte del Benevento: Mancinelli, Pedrelli, Rinaldi, De Risio, Altinier, Rajcic, Signorini; da parte dell’Avellino invece ci saranno i seguenti uomini: Fumagalli, Ricci, Cardinale, D’Angelo, De Angelis, Zappacosta, Lasagna.
Mancheranno dunque l’infortunato Siniscalchi, e gli squalificati Millesi ed Herrera.

Situazione di classifica dell’Avellino.
La squadra biancoverde finora in tre partite disputate ha raccolto 5 punti, frutto di una vittoria e due pareggi, ergo è tra le poche squadre del girone ancora imbattute, assieme alla capolista Perugia (3 vittorie), il Pisa (stessi risultati degli irpini) e il Prato (3 pareggi). L’unica vittoria dell’Avellino è arrivata in trasferta a Carrara, e i due pareggi sono entrambi casalinghi, ed entrambi arrivati dopo essere stati raggiunti nei minuti finali, sia dal Prato che dalla Paganese.
Proprio nell’ultimo match con la Paganese, altro derby campano del girone, riscontriamo un’altra piccola curiosità: tutti e due i gol dell’incontro sono stati segnati da due ex giallorossi: per l’Avellino Gigi Castaldo (l’anno scorso alla Nocerina), e per gli ospiti l’ex Mimmo Girardi (l’anno scorso al Taranto).
I gol fatti sono dunque 3, e quelli subiti invece 2. Oltre al sopracitato Castaldo, a bucare la rete per l’Avellino troviamo anche Catania (l’anno scorso alla Nocerina) e Biancolino (l’anno scorso alla Salernitana).

Precedenti tra le due squadre.
Il primo incontro tra le due compagini è datato 24 novembre 1929, nella Terza divisione campana, girone A (all’epoca era il quinto ed ultimo livello del calcio italiano, interamente giocato a livello regionale). Si giocò ad Avellino e finì 1-1. All’epoca il Benevento giocava sotto la denominazione di SS Littorio Benevento. La sfida di ritorno, giocata il 26 gennaio 1930, la prima nel Sannio, si concluse sul 3-0 per i sanniti.
Da quella stagione, le squadre di Benevento e Avellino si sono incontrate altre 39 volte, per un totale quindi di 41 precedenti (compresi tre incontri di Coppa Italia di serie C). Il prossimo sarà quindi il 42° derby sannita-irpino.
Questi i precedenti nel dettaglio:

3^div. 1929-30: Avellino – Littorio Benevento 1-1; Littorio Benevento – Avellino 3-0
2^div. 1931-32: Avellino – Littorio Benevento 2-2; Littorio Benevento – Avellino 4-0
2^div. 1941-42: Benevento – Avellino 2-1; Avellino – Benevento 3-0
Serie C gir. D 1945-46: Avellino – Benevento 1-1; Benevento – Avellino 4-0
Serie C gir. B 1946-47: Avellino – Benevento 0-1; Benevento – Avellino 1-0
Serie C gir. A 1947-48: Benevento – Avellino 2-0; Avellino – Benevento 2-0
Serie C gir. D 1948-49: Avellino – Benevento 2-0; Benevento – Avellino 2-1
Serie C gir. D 1950-51: Benevento – Avellino 2-0; Avellino – Benevento 1-0
IV serie gir. G 1952-53: Benevento – Avellino 1-0; Avellino – Benevento 2-0
IV serie gir. H 1956-57: Avellino – Sanvito Benevento 2-2; Sanvito Benevento – Avellino 0-2
IV serie gir. H 1958-59: Avellino – Sanvito Benevento 3-1; Sanvito Benevento – Avellino 1-0
Serie C gir. C 1960-61: Avellino – Sanvito Benevento 1-1; Sanvito Benevento – Avellino 1-0
Serie D gir. E 1963-64: Benevento – Avellino 0-0; Avellino – Benevento 2-1
Coppa Italia di C (girone eliminatorio and. e rit.) 1996-97: Benevento – Avellino 1-1; Avellino – Benevento 0-1
Coppa Italia di C (girone eliminatorio sola and.) 1997-98: Benevento-Avellino 2-0
Serie C1 gir. B 1999-2000: Benevento – Avellino 1-0; Avellino – Benevento 3-0
Serie C1 gir. B 2000-01: Benevento – Avellino 1-1; Avellino – Benevento 0-0
Serie C1 gir. B 2001-02: Avellino – Benevento 2-1; Benevento – Avellino 1-1
Serie C1 gir. B 2002/03: Benevento – Avellino 1-0; Avellino – Benevento 3-1
Serie C1 gir. B 2004/05: Benevento – Avellino 1-1; Avellino – Benevento 1-2
Lega Pro 1a div. gir. A 2011/12: Benevento – Avellino 2-2; Avellino – Benevento 1-1

Totale gare giocate 41
Vittorie Benevento 17
Vittorie Avellino 11
Pareggi 13
Gol fatti Benevento 49
Gol fatti Avellino 42

Se restiamo ai soli incontri disputati nel Sannio, le statistiche sono le seguenti:
Totale gare giocate 21
Vittorie Benevento 14
Vittorie Avellino 1
Pareggi 6
Gol fatti Benevento 33
Gol fatti Avellino 10

In pratica un dominio casalingo quasi assoluto del Benevento, anche se l’ultima vittoria risale a 10 anni fa, il 1 dicembre 2002, 1-0 con rete di Alberto Nocerino al 27 del primo tempo. Nella stessa partita Gigi Molino, allora all’Avellino, si fece parare un calcio di rigore da Massimo Lotti. L’Avellino alla fine di quella stagione vinse comunque il campionato e andò in serie B. Il Benevento finì ottavo.

Ex calciatori tra Benevento e Avellino.
Numerosi sono gli ex tra le due squadre,  se restiamo a quelli che faranno parte della partita di domani, troviamo nell’Avellino gli attaccanti Gianluca De Angelis e Luigi Castaldo, assieme al preparatore dei portieri David Dei.
Nel Benevento invece l’attaccante Cipriani che non giocherà, e il difensore Andrea Mengoni, oltre al direttore Loschiavo.
Se diamo uno sguardo veloce ai giocatori del passato ecco la lista ruolo per ruolo:
Portieri:
Roberto Di Filippo, Luigi Sassanelli, Giuseppe Taglialatela, David Dei (preparatore portieri ad Avellino)
Difensori:
Mario Albano, Amerigo Rotoni, Mario Buccilli, Roberto Carannante, Mimmo Colletto, Leo Criaco, Fabio Di Sauro, Mario Facco (allenatore giovanili Avellino), Massimo Filardi, Giovanni Ignoffo, Diego Palermo, Ronaldo Vanin, Gill Voria, Andrea Mengoni.
Centrocampisti:
Umberto Calcagno, Pasquale Casale (poi allenatore ad Avellino), Daniele Cinelli, Rocco De Marco, Roberto De Palma, Domenico De Simone, Serge Diè, Alfonso Di Lascio, José Dirceu, Francesco Fonte, Domenico Giugliano, Cisco Guida, Giovanni Ippolito, Pietro Maiellaro, Michele Menolascina, Vincenzo Riccio, Giovanni Rosamilia, Marco Tufano.
Attaccanti:
Salvatore Bertuccelli, Guido Carboni (allenatore Avellino), Stanislao Bozzi, Nicola D’Ottavio, Felice Evacuo, Francesco Libro, Luigi Molino, Alessandro Pellicori, Ugo Tosetto, Giacomo Cipriani, Luigi Castaldo, Otello Voliani.

Tra gli allenatori che hanno diretto entrambe le squadre troviamo Gesualdo Albanese, Giuseppe Galderisi, Antonio
Gianmarinaro, il compianto Adriano Lombardi, Romano Mattè, Danilo Pileggi (giocatore ad Avellino), e infine Oronzo Pugliese. Non dimenticando il già citato Loschiavo tra i dirigenti, altri sono Maglione, Corrado e Massimo Pugliese.

Cronistoria dell’Avellino.
Già nella stagione scorsa abbiamo rimarcato come l’attuale AS Avellino 1912 sia un’altra società che ha preso il posto del ben più rinomato US Avellino. La storia del “nuovo Avellino” è brevissima, e la riprendiamo pari pari dal link su indicato:
…fondato nel 2009 riparte dalla serie D. Nella prima stagione i biancoverdi conclusero al 5° posto perdendo poi i playoff. Nel 2010-11 l’Avellino però fece domanda di ripescaggio in Lega Pro 2a divisione, sfruttando l’esclusione di ben 21 società professionistiche. La FIGC accolse la domanda e l’Avellino finì quel campionato al 4° posto venendo sconfitto nella finale playoff dal Trapani dopo aver vinto 2-1 in casa e perso in trasferta 3-1 ai supplementari. Nonostante la sconfitta però, l’Avellino riesce a salire comunque in Lega Pro 1a divisione tramite una seconda domanda di ripescaggio poi accolta dalla FIGC.
L’AS Avellino 1912 ha concluso la scorsa stagione in Lega Pro 1a div. gir. A al decimo posto in classifica salvandosi tranquillamente, accarezzando anche per qualche mese il sogno della lotteria dei play-off, obiettivo che intende raggiungere invece in questa stagione.

Avellino 2012-13.
L’Avellino è attualmente allenato da mister Massimo Rastelli, attaccante che ha giocato in serie A con le maglie di Piacenza e Reggina; indossando inoltre anche le maglie di Napoli, Avellino, Sorrento e Juve Stabia. Rastelli ha preso il posto di Giovanni Bucaro, ora allenatore del Sorrento.
La campagna acquisti ha visto l’arrivo dei seguenti calciatori:Bianco (D) e Bariti (C) dal Vicenza; Capotosto (P) dal Napoli primavera; Minelli (D) dal Varese primavera; Giosa (D) dal Lumezzane; Biancolino (A) dalla Salernitana; Catania (C) e Castaldo (A) dalla Nocerina; Bittante (D) e Panatti (C) dalla Fiorentina primavera; Fabbro (D) e Angiulli (C) dal Pergocrema; Zappacosta (D) dall’Atalanta; Di Masi (P) dal Marsala calcio.

Sul fronte cessioni ecco la lista dei calciatori che sono andati via: gli svincolati Fortunato (P), De Gol (D), Zammuto (D); Di Costanzo (P) alla Casertana; Porcaro (D) al Melfi; Puleo (D) alla Città di Atripalda; Arcuri (C) al Sorrento; Capua (C) e Ricci M. (C) alla Salernitana; Malaccari (C) al Gubbio; Guerriero (A) al San Nicolò calcio; Thiam (A) al Sudtirol; Zigoni (A) alla Pro Vercelli; Correa (C) al Bassano Virtus; Stigliano (D) all’Aversa Normanna; Pettinari (P) al Neapolis Mugnano; Citro (C) al Latina; Moxedano (C) alla Turris; Labriola (D) all’Ancona; Falzerano (C) al Grosseto.

La rosa attuale è dunque così composta:
Portieri:
Capotosto (’94) – Di Masi (’81) – Fumagalli (’82).

Difensori:
Bianco (’89) – Bittante (’93) – Cardinale (’81) – Fabbro (’81) – Giosa (’83) – Izzo (’92) – Minelli (’93) – Pezzella (’80) –
Ricci (’91) – Zappacosta (’92).

Centrocampisti:
Angiulli (’92) – Bariti (’91) – Catania (’81) – D’Angelo (’85) – Herrera (’92) – Massimo (’89) – Millesi (’80) – Panatti
(’93).

Attaccanti:
Biancolino (’77) – Castaldo (’82) – De Angelis (’81) – Lasagna (’88).

Tenuto conto degli squalificati Herrera e Millesi, e delle non perfette condizioni di Pezzella comunque recuperato per la partita, l’Avellino potrebbe schierarsi con un classico 4-4-2, e la probabile formazione potrebbe essere la seguente:
Fumagalli; Zappacosta, Fabbro, Giosa, Bianco; Catania, Massimo, Angiulli, Bariti; Castaldo, Biancolino. 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.